Twitter Profile
salta alla navigazione

Concerto Quintorigo @ Tolentino (28 Giugno 2009) – Musica Al Castello 6 luglio 2009

Inviato da LukePet in : Artisti, Concerti, Musica, Recensioni, Suoni , 2 commenti

Nel post precedente ho parlato del concerto dei Subsonica di Sabato 27 Giugno…ma i resoconti “concertari” non sono finiti qui…infatti quel weekend aveva in programma anche un altro live il giorno successivo, quello dei Quintorigo. Tornato da Roma con le batterie esaurite è subito scatta l’operazione “ricarica”: doccia + profonda penneca pomeridiana…alle 19 ero di nuovo operativo. Cena a casa e subito ripartenza in direzione di Tolentino, la location del concerto questa volta è il Castello Della Rancia.

l_f43794d481d0d2dd9131fab02d662fa8
(fonte: http://www.myspace.com/quintorigo)

Tra il 1999 ed il 2003 i Quintorigo erano uno dei pochi gruppi che presenziavano costantemente nelle playlist dei miei ascolti quotidiani…li vidi anche un paio di volte dal vivo e mi piacquero molto. Dopo la divisione con John De Leo, lo spirito con cui li ho seguiti si è perso un pò per strada (senza nulla togliere ai nuovi entrati, ma la figura di De Leo non potrà mai essere dimenticata da chi ha iniziato ad ascoltarli fin dai primi passi).

Il concerto di Tolentino è stata per me l’occasione di riascoltarli nuovamente dal vivo (dopo ben sei anni dall’ultimo concerto visto!), l’idea di riassaporare nuovamente le vecchie canzoni mi prendeva piuttosto bene.

Partiamo quindi e dopo pochi chilometri arriviamo al castello. Ci compiaciamo subito per la location dell’evento, il concerto rientra in una rassegna di 4 giorni che ha visto esibirsi tra gli altri anche Marta Sui Tubi e la Bandabardò nonchè una passerella di giovani e promettenti realtà locali. L’area è piccola ma ben allestita…stand gastronomici, qualche bancarella…c’è tutto il necessario. Il Castello Della Rancia che si erige alle spalle del palco rende la visione molto suggestiva.

Prima dell’esibizione dei Quintorigo ascoltimo il set di un paio di realtà emergenti Continua a leggere…

Le 3 Canzoni Della Settimana #067 19 aprile 2009

Inviato da LukePet in : Artisti, Canzoni, Musica, Recensioni, Rubriche, Suoni , aggiungi un commento

Direttamente dalla nostra patria ecco tre produzioni che meritano una bella sottolineatura, giusto per non correre il rischio che siano dimenticate nel tempo…

1) Quintorigo – Nero Vivo

I Quintorigo mi colpirono fin dalla prima volta che li vidi esibirsi (sembra ieri, ma erano ben 10 anni fa). Mi precipitai dal negoziante di fiducia e comprai l’album “Rospo”, il loro sound “anomalo” mi intrigava parecchio e quell’album lo consumai a forza di ascolti. “Nero Vivo” è uno dei singoli estratti da “Rospo”, un pezzo eccezionale…archi in rapida vibrazione, fiati decisi ed eleganze vocali che danno vita ad una canzone interessante come poche. E’ sempre un piacere riascoltarla. [ « on last.fm ]

2) Carmen Consoli – Besame Giuda

Vabbè, la cantantessa non penso abbia bisogno di grandi presentazioni…c’è l’imbarazzo della scelta nello scegliere un suo pezzo da consigliare. Tra tante sue produzione mi piaceva fare un richiamo ad uno dei pezzi che ha fatto scoprire al grande pubblico il lato più aggressivo della Consoli. Chitarre piene di elettrica aggressività, melodia accattivante e la sempre tanto particolare, quanto unica, voce di Carmen. Ed anche qui si parla di un decennio fa! [ « on last.fm ]

3) Scisma – Tungsteno

E sempre dieci anni fa usciva il brano “Tungsteno” targato Scisma. Mi rendo conto solo ora di quanto la musica degli anni 90 fu importante, sinceramente non vedo la stessa qualità e la stessa voglia di innovare nelle nuove proposte che il panorama musicale italiano sta attualmente facendo emergere…ciò mi rammarica un pò ma per fortuna le cose sono sempre in continua evoluzione (anche se dal punto di vista culturale sembra esserci un continuo declino…speriamo bene). Detto ciò, il pezzo degli Scisma merita parecchio e ve ne consiglio chiaramente l’ascolto. [ « on last.fm ]

Buon ascolto.

Le 3 Canzoni Della Settimana #014 16 luglio 2007

Inviato da LukePet in : Artisti, Canzoni, Musica, Recensioni, Rubriche, Suoni , aggiungi un commento

Fare una cover di un brano non è poi così semplice: puoi prendere un bel pezzo e riproporlo tale e quale…ma non è proprio il massimo, oppure puoi prendere una canzone e farla tua, riarrangiarla, farla rivivere…ora voglio consigliarvi tre cover che secondo me sono degne di nota:

1) Johnny Cash – Personal Jesus

Che tipo Johnny Cash, tutto ci si poteva aspettare tranne che fosse capace di fare delle cover così azzeccate di brani di per se belli e difficili da riproporre in modo non banale. Johnny Cash, un uomo che arriva dal country e fa la cover di un pezzo dei Depeche Mode! Visto che siamo in tema vi consiglio anche di ascoltare la cover che ha proposto di Hurt (brano dei Nine Inch Nails!).

2) Quintorigo – Highway Star

Mai sentita? ahia…non ci siamo. Avete presente Highway Star dei Deep Purple? Ecco…i Quintorigo si sono divertiti a riproporla suonandola, come nel loro stile, con violino/violoncello/contrabbasso/sax…se pensate che i Deep Purple infuocavano chitarre elettriche/bassi/hammond direi che la sfida è ardua…ma è stata decisamente vinta. Ascoltare per credere.

3) Afterhours – State Trooper

Please don’t stop me, please don’t stop me, please don’t stop me…eheh parole del grande Bruce Springsteen che gli Afterhours ripropongono nella cover del suo celebre brano. La voce di Manuel Agnelli è perfetta per questo pezzo e il riverbero che l’accompagna è la ciliegina sulla torta.

Buon ascolto.