Twitter Profile
salta alla navigazione

Windows 8: recensione e impressioni dopo un mese di utilizzo 25 novembre 2012

Inviato da LukePet in : Chicche, Informatica, Prodotti, Recensioni, Software, Tecnologia, Windows , trackback

Io sono uno sviluppatore software e mi è capitato in passato di implementare delle modifiche non immediatamente accettate dal cliente; magari era una modifica fatta con l’intenzione di semplificare una specifica attività e far fare meno “strada”, ma nonostante ciò c’era chi preferiva passare per la vecchia strada (anche se più lunga) semplicemente perché era una strada che già conosceva…non so se ho reso l’idea. Morale della favola, la prima reazione era un completo rifiuto. Ecco, io quando mi sono trovato per la prima volta davanti la nuova interfaccia di Windows 8 ho avuto una reazione molto simile, ma dopo un mese di quotidiano utilizzo le cose sono un po’ cambiate ed ora vi posterò le mie impressioni, che sono tutt’altro che negative.

Esattamente un mese fa ho formattato il mio bel PC per passare definitivamente a Windows 8 (in precedenza l’avevo installato su una macchina virtuale per provarlo); ho così iniziato ad utilizzarlo nel quotidiano ed ora penso di poter dare un giudizio equilibrato sul nuovo O.S. di casa Microsoft. Cercherò di evidenziare solo gli aspetti che più mi hanno colpito, visto che in rete di recensione a 360 gradi del sistema ne trovate già parecchie.

Premetto che io non sto utilizzando Windows 8 su un sistema touch, quindi tutte le opinioni che scriverò saranno basate su un utilizzo puramente desktop unicamente con interazioni attraverso tastiera e mouse.

Detto ciò, inizio…

INSTALLAZIONE e CONFIGURAZIONE
La procedura di installazione è praticamente identica a quella di Windows 7, cambia solo l’interfaccia della configurazione iniziale. Dopo averlo installato il sistema ha praticamente riconosciuto tutti i dispositivi collegati, solo per una vecchia webcam della Trust, per farla funzionare, ho dovuto installare i vecchi driver win7. E qui vi do’ un consiglio…se Windows 8 riconosce da subito le vostre periferiche non vi incaponite a ricercare nuovi driver aggiornati, se non sono stati ufficializzati, io ad esempio ho una scheda video ATI Radeon HD4850 che era stata riconosciuta senza problemi ma ho voluto ugualmente installare questi driver qua rilasciati da ATI, dopo averli installati la riproduzione dei video sulla applicazioni Modern è andata a farsi friggere, così ho fatto un bel refresh ed ho lasciato i driver di default, funzionano senza problemi.
Un’altra cosa che ho apprezzato molto è quella di poter accedere al sistema attraverso il Microsoft Account che consente di avere sincronizzate le preferenze per il sistema e per le applicazioni installate. Un bel plus.
Per quanto riguarda i programmi, ho installato tutto ciò che avevo su Windows 7 senza problemi…tutto ciò che girava prima, gira adesso…con delle prestazioni generali uguali o migliori.

MODERN UI
Si è fatto un gran parlare di questa nuova interfaccia…in un recente articolo la Modern UI è stata parecchio criticata da Jackob Nielsen in termini di usabilità, personalmente non sono della stessa opinione, io non mi ci trovo affatto male e credo che i miei malumori iniziali siano stati causati semplicemente dal fatto che mi trovavo di fronte a qualcosa che ancora non conoscevo. Il trovarsi spaesati al primo approccio è da mettere in conto, ma non ci vuole molto per famigliarizzare con la nuova UI. Sia chiaro, non sto dicendo che si tratta di una interfaccia perfetta, ha sicuramente degli ampi margini di miglioramento, ma in cuor mio non mi sento di stroncarla, anzi, ci sono alcune caratteristiche che ho apprezzato molto. Vi faccio un esempio…

Con Windows 7 io avevo l’abitudine di selezionare tutti i collegamenti ai programmi che utilizzavo più spesso e di metterli nella vecchia barra “Quick Launch”…insomma mi costruivo un sotto-menu tutto mio. Beh, tutto ciò ora lo posso benissimo fare nella start screen…ho selezionato e raggruppato tutti i collegamenti ai programmi che più utilizzo ed ho ottenuto questa cosa qua:

Anche l’utilizzo dei 4 angoli attivi del desktop non mi sembra così ostico, l’angolo in alto a sinistra che permette di sfogliare le applicazioni aperte lo trovo molto comodo, come anche la visualizzazione della Charm Bar attraverso gli angoli di destra…le gesture per spegnere il PC dopo un po’ di utilizzo diventano più che naturali (è anche vero però che questo benedetto spegnimento potevano metterlo più a portata di mano!), l’angolo in basso a sinistra per la visualizzazione della start screen invece lo utilizzo molto poco, mi affido più spesso al “tasto windows” della tastiera.
Tra le altre cose, torna utile anche la possibilità di affiancare le app, per esempio quando si ha una conversazione di chat in corso; nell’utilizzo quotidiano, inoltre, si scoprono piccole caratteristiche che migliorano l’usabilità generale…per la serie “forse non tutti sanno che”, ecco qualche dritta:

  • Se sei sulla “Start Screen” ed inizi a digitare si attiva automaticamente la ricerca tra le voci di menu (la stessa cosa vale anche per alcune applicazioni come lo “Store”)
  • Se sei sulla “Lock Screen”, per visualizzare la schermata di login, non serve necessariamente tirar su l’immagine di lock con il mouse, basta semplicemente premere un qualsiasi tasto ed automaticamente il login viene visualizzato.
  • Per cambiare o disconnettere l’utente corrente, dalla start screen basta cliccare sull’immagine dell’utente loggato.
  • Per accedere alle impostazioni delle app installate basta visualizzare la Charm Bar e cliccare su “Impostazioni”, infatti l’area impostazioni cambia a seconda del contesto in cui essa viene richiamata; se sono su un’applicazione e clicco su “Impostazioni” allora mi ritroverò le impostazioni dell’applicazione aperta.
  • Su Windows 8 di default è stata disabilitata la richiesta di conferma quando di cancella un file…sono quelle cose che percepisci ma di cui non ti accorgi subito. In ogni caso, se volete riattivarla potete farlo dalle proprietà del “Cestino”.

Dal punto di vista della gradevolezza, la nuova “linea” grafica non è poi così malvagia…si, le trasparenze del tema Aero un po’ mancano…ma l’impatto più “clean” e proiettato all’essenzialità si fa apprezzare. La start screen con le “live tiles” è ipnotica e ti metteresti lì a fissarla per ore, veramente bella da vedere.

FEATURES
Windows 8 però non introduce novità solo dal punto di vista dell’esperienza utente, ci sono una serie di nuove caratteristiche che lo rendono chiaramente un sistema migliorato rispetto a Windows 7, ve ne elenco alcune:

  • L’interfaccia Ribbon adottata su Windows Explorer è senz’altro un valore aggiunto.
  • Il “Copia-Incolla” è sensibilmente migliorato, consente tra le altre cose di mettere in pausa delle copie in corso.
  • Per chi come me ha 2 monitor, la taskbar introduce delle utili opzioni per la gestione del “Dual Screen“.
  • Finalmente c’è la possibilità di montare le immagini ISO senza dover ricorrere ad altri software (addio Daemon Tools).
  • L’antivirus è di serie (forse non sarà il massimo come antivirus, ma a me basta e avanza).
  • Il nuovo Task Manager è veramente ben fatto…ho trovato molto comoda l’area per disattivare i servizi che si avviano automaticamente in fase di startup.
  • SkyDrive funziona…e funziona bene.

APPLICAZIONI
Parliamo delle “Windows Store Apps”…su quelle di casa Microsoft non ho molto da dire, in generale sono ben fatte ma possono essere migliorate; delle altre disponibili ne ho testate diverse e, visto che ci sono, ve ne consiglio alcune:

  • Metro Commander: c’è un’app che secondo me Microsoft avrebbe dovuto prevedere di serie su questo Windows 8…un bel file manager! Un explorer in stile Modern per me andava fatto, perché se colleghi una penna USB al PC non hai modo di accedere al contenuto se non attraverso le risorse del computer (escluso l’eventuale autoplay), mentre secondo me sarebbe comodo poterlo fare direttamente dalla start screen. Inutile dire che le app alternative per fare ciò ci sono ed io ho trovato un’ottima risposta installando Metro Commander (davvero ben fatta). Ve la consiglio.
  • Google Search: se per le ricerche non volete utilizzare Bing c’è sempre Google.
  • MetroTwit: è un bel client per il desktop ed è altrettanto fatto bene in ambiente Modern.
  • FlipToast: un’applicazione social ben fatta che permette di collegare gli account di Facebook, Twitter, Linkedin e Instagram e consultare messaggi, notifiche e foto.
  • TuneIn Radio: se vi piace ascoltare la radio, questa va benissimo.
  • CineTrailer: per spulciare i trailer cinematografici va più che bene anche se il database dei trailer disponibili non è vastissimo.
  • Rai.tv: streaming delle trasmissioni Rai a portata di mano.
  • GialloZafferano: se vi piace cucinare con questa potete piacevolmente consultare un bel database di ricette.

COSA MANCA?
Diciamo che al momento, secondo me, uno dei punti deboli di questo Windows 8 è proprio lo Store. L’offerta di applicazioni è ancora povera e la maggior parte delle app disponibili non mi sembrano ancora mature. Google per il momento non sembra intenzionata a sviluppare delle applicazione ufficiali per i suoi servizi…se ad esempio volete consultare i video di YouTube bisogna ricorrere ad applicazioni a pagamento sviluppate da terzi; anche per consultare i feed di Google Reader non ho ancora trovato un’applicazione che mi ha convinto. Oltre a ciò attualmente l’unico browser utilizzabile in ambiente Modern è Internet Explorer…gli altri non sono ancora pronti.

CONCLUSIONI
Microsoft ha osato, ma secondo me era un passo necessario visto che il mercato dei PC sta cambiando; avere un unico sistema operativo adattabile a tablet e pc è una bella sfida, ma penso che sia un’idea vincente. Certo, in un contesto del genere si tende ad avere programmi che fanno la medesima cosa ma in due versioni differenti (desktop e modern) e questo potrebbe essere un fattore generale di confusione, ma credo che l’utilizzo di una versione o dell’altra dipende esclusivamente dal tipo di approccio che si ha con il device. Se stai utilizzando un device touch per consultare mail, news, etc. sarai più portato ad utilizzare le Windows Store Apps se invece ti metti lì con mouse e tastiera per lavorare o per farne un uso più professionale allora probabilmente tenderai ad orientarti verso il desktop.

Personalmente sto osservando con molto interesse i nuovi device che entreranno in commercio, perché l’idea di avere uno smart-pc da utilizzare all’occorrenza o come tablet o come personal computer mi entusiasma non poco…l’acquisto oramai è in preventivo. Detto ciò, il mio giudizio complessivo su questo nuovo sistema operativo è assolutamente positivo, sono molto incuriosito dalle potenzialità e dalle evoluzioni future…staremo a vedere.


AGGIORNAMENTO
LEGGI ANCHE WINDOWS 8.1: RECENSIONE E IMPRESSIONI DOPO UN MESE DI UTILIZZO