Twitter Profile
salta alla navigazione

Concerto Calibro 35 @ Lido di Fermo (24 Luglio 2009) 27 agosto 2009

Inviato da LukePet in : Artisti, Concerti, Musica, Recensioni, Suoni , trackback

Non capita tutti i giorni di arrivare ad un concerto in bicicletta…anzi, se si escludono le serate ad ascoltare cover-band/tribute-band/gruppi-locali, credo che questa sia stata la prima volta in cui sono andato a vedere un concerto tosto (di quelli che mi piacciono veramente) spostandomi in bici. E tutto ciò fa presagire che la location non era poi così distante da casa mia e difatti è bastata una pedalata di circa venti minuti per arrivare a destinazione.

Ma procediamo con ordine.

E’ Venerdì 24 Luglio e ci sono i Calibro 35 in concerto allo stabilimento “Big Fish” di Lido di Fermo. E’ estate, la macchina sta facendo la muffa e la bici è operativa al 100%…un attimo di elaborazione ed il dado è tratto: si va al concerto in bici.

IMG_4969
(fonte: http://nonhotempoeperdotempo.blogspot.com)

Questa volta quindi niente eroiche trasferte: cena a casa, preparazione in completo relax, si monta in sella, qualche pedalata e ci siamo. Un palco, una cospicua folla e tutto intorno metri quadrati di spiaggia…tre elementi che inquadrano chiaramente l’atmosfera.

Per chi non li conoscesse spendo due parole su questa giovane e promettente realtà italiana che risponde al nome di Calibro 35. I componenti del gruppo sono Luca “Nano” Cavina, Enrico Gabrielli, Massimo Martellotta, Fabio Rondanini e Tommaso Colliva (quest’ultimo con il particolare ruolo di seguire il progetto in produzione e di coordinare le proiezioni durante i concerti); nella loro pagina MySpace, l’obiettivo del progetto viene così descritto: “interpretare il repertorio delle soundtracks italiane cercando di farle proprie ma al contempo rimanendo fedeli e rispettosi all’opera dei grandi Maestri”…e dopo averli ascoltati posso senza dubbio affermare che ci stanno riuscendo in pieno. Se volete saperne di più andate pure qua: http://www.myspace.com/calibro35.

Per la sua recente esperienza con gli Afterhours forse Enrico Gabrielli è il componente della band con maggiore visibilità e difatti prima dell’inizio del concerto lo osserviamo mentre incassa una serie di saluti e complimenti dal pubblico presente (tra l’altro, complimenti incassati con molta umiltà). Stazioniamo per un pò davanti al palco, attendiamo e dopo qualche minuto vediamo il gruppo prendere gli strumenti in mano.

“Questa sera facciamo un concerto estivo”, sono queste le parole con cui Gabrielli introduce l’esibizione…e si parte. Più che un concerto questo evento ha rappresentato una vera “occasione”…un’occasione per vedere all’opera uno dei gruppi più talentuosi che il panorama italiano ha da proporre e, personalmente, anche un occasione per appassionarmi al repertorio della band, scoprendo una sorprendente veste live dei pezzi proposti.

“Summertime Killer”, “Notte In Bovisa”, “Indagine Su Un Cittadino Al Di Sopra Di Ogni Sospetto”, “Preludio”, “Milano Calibro 9” sono alcune delle esecuzioni che più mi hanno colpito. Ma non c’è solo musica, c’è anche spazio per gli occhi…la musica è corredata da una serie di contributi video che rafforzano con decisione l’atmosfera “anni 60” che si respira. Un amalgama perfetto.

L’esibizione va avanti spedita, bloccandosi soltanto in un paio di occasioni a causa della corrente saltata lasciando in stallo i musicisti sul palco…riattivata l’alimentazione il live è poi ripreso senza alcuna perdita di intensità. Si arriva così al termine tra immancabili bis e tris; ed è proprio nella coda finale che viene proposto il pezzo “L’Uomo Dagli Occhi Di Ghiaccio”, brano contenuto nella compilation “Il Paese è Reale”.

Ma non è finita, c’è ancora spazio per una nuova esecuzione di “Notte In Bovisa” che chiude definitivamente lo spettacolo.

Il concerto è finito e gli umori sono carichi di soddisfazione; così, dopo aver girovagato un pò per Lido di Fermo, non resta che salire di nuovo in sella e riprendere a pedalare per tornare verso casa.

Gran concerto, Calibro35 recommended!