Twitter Profile
salta alla navigazione

Spento 12 gennaio 2008

Inviato da LukePet in : Poesia, Verba Volant , trackback

SPENTO

Camminando su una lastra di ghiaccio rotto,
mantenendo l’equilibrio per non precipitar di sotto.
Sfidare la tensione che contrae la mente,
ogni tua distrazione pugnala e si sente.

Parla e ancora parla e intanto crepe sotto vedi,
la base che si scioglie e il gelo azzanna i piedi.
Immobile rimani a guardare la sua faccia,
sputa, fuma, irride e ricatta.

Strappa dal tuo ruolo ogni libertà,
assedia ogni strato di tua sensibilità.
E ti ritrovi in un disturbo ormai spento,
ogni riconoscenza è spazzata via dal tormento.

E sei deciso a scivolare per poter poi sfuggire,
raggiungi la superficie per ancora proseguire,
affidato alla prudenza per arrivare a giudicare,
percorri la tua strada per capire cosa fare.

Camminando su una traccia di cui l’arrivo vedi,
mantenendo l’occhio fisso in ciò che vero credi.

  • “Camminando su una traccia di cui l’arrivo vedi,
    mantenendo l’occhio fisso in ciò che vero credi.”

    Mi ricordi me mentre scrivevo ” Io aspetto il mare