Twitter Profile
salta alla navigazione

Stampa in PDF per le vostre pagine 28 giugno 2007

Inviato da LukePet in : Chicche, Documenti, Guide, Informatica, Linux, Prodotti, Servizi, Software, Tutorial, Windows , trackback

Molto spesso mi trovo a convertire files Word o il testo di pagine web in formato PDF, in modo da non avere alcun problema di portabilità di documenti da un PC ad un altro. Per fare tutto ciò non è necessario aver installato Adobe Acrobat…vi basta solo installare una stampante virtuale che invece di mandare in stampa i documenti li converte in PDF.

Come fare?

Dunque, se siete utenti Windows potere provare o PDF Creator (http://sourceforge.net/projects/pdfcreator/) oppure Cute PDF Writer (http://www.cutepdf.com/Products/CutePDF/writer.asp); per utilizzare quest’ultimo dovete scaricare ed installare entrambi i files presenti nella pagina.

Personalmente tra i due vi consiglio Cute PDF Writer perchè ho notato che la qualità di conversione dei files è migliore rispetto a PDF Creator (soprattutto per ciò che concerne le immagini).

Se siete utenti Ubuntu la faccenda è leggermente più complessa.

Inizialmente, su Ubuntu, io convertivo i files attivando la funzione “Stampa su file” e salvando i files con estensione “.pdf “…questo metodo funziona ma c’è un problema: se i files sono creati con questo procedimento e successivamente proviamo ad aprirli con Adobe Reader sotto Windows non vengono letti.

No problem…mettiamo una bella stampante virtuale anche su Ubuntu…ecco come fare:

ho trovato questo post in cui si spiega come fare: http://ubuntu.wordpress.com/2006/03/23/print-to-pdf-using-cups-pdf/

(tra l’altro ho notato che in questo blog c’è un post identico a quello che ho scritto qualche giorno fa sull’installazione dei fonts Microsoft, solo che è stato scritto nel 2005…eheh sono arrivato un pò tardi!).

Ma ritorniamo a noi…ora vi traduco il procedimento per l’installazione della stampante virtuale riportato nel post:

  • Scaricate ed installate il pacchetto cups-pdf ( sudo apt-get install cups-pdf )
  • Successivamente andate in Sistema -> Amministrazione -> Stampa e selezionate la voce “Nuova stampante
  • Scegliete “Locale o stampante rilevata“, dovrebbe essere selezionata la stampante PDF Printer (Virtual Printer)…andate avanti.
  • In “Produttore” scegliete Generic e in”modello” scegliete “postscript color
  • Date andate avanti, date un nome alla stampante e terminate la procedura

Ok ci siamo abbiamo la nostra stampante virtuale; ora ogni volta che volete salvarvi una pagina web come PDF o convertire un documento Office vi basta simulare una procedura di stampa e scegliere la stampante virtuale come stampante da utilizzare.

Una volta terminata la stampa vi verrà creata una cartella nella home denominata “PDF” che contiene i file convertiti.

Naturalmente i PDF creati con questo procedimento possono essere letti indifferentemente sia su sistemi Windows che su sistemi Linux.

Per dover di cronaca vi informo che esistono diversi servizi online che permetto di convertire files in formato PDF ma credo che alla fine valga la pena mettere su un stampante virtuale per avere un servizio più efficiente e completo.

Buone conversioni.

  • se salvi come file e gli dai estensione .pdf questo non fa di quel file un pdf!

    il formato standard di stampa ha estensione .ps e si chiama PostScript

    chiamalo .ps se proprio vuoi dargli un nome..

    poi esiste un semplice tool da linea di comando (ps2pdf) che trasforma i file ps in pdf

    cmq per verificare basta il comando “file”
    apri un terminale nella cartella con quel file e scrivi:

    file

    ti risponde dicendoti che tipo di file sia…

    cmq anche senza fare “stampa su file”
    c’è una stampante virtuale che si chiama postscript printer impostata di default, se non sbaglio

  • Si infatti, immaginavo che non bastasse l’estensione .pdf per rendere il file un PDF. Cmq grazie per le info…mi hai detto diverse cose che non sapevo. Proverò a fare come dici tu e vedo come va.

  • Pingback: [Ubuntu] Installare una stampante di rete Epson e non solo! « P o l l o S k y()

  • Con Ubuntu 7.10 le cose sono un pò cambiate ora la procedura per aggiungere la stampante virtuale è simile ma più immediata ed intuitiva.