Twitter Profile
salta alla navigazione

Inganno 2 giugno 2007

Inviato da LukePet in : Poesia, Verba Volant , trackback

INGANNO

Sulla pelle la parola che bruciava,
per tutte le epocali bugie che raccontava.
Le vittime degli istanti che hai passato
ora lottano contro la fiducia che hai stuprato.

Lasciare quel che avevi,
annegando in ciò che vuoi.
Ignorando il male che creavi,
è la gloria ciò che vuoi.

Ma c’è in me qualcosa che
urla, batte e avverte che:
è l’inferno che brucia dietro te,
è il fuoco che abbatte l’anima in me.

Credere all’assurdo di ogni azione
o sperare che esista ancora la ragione.
La psiche che hai disorientato
ora cambia rotta e mira contro te che hai violato.

Inseguendo ciò che vuoi,
non pensando a ciò che fai,
osannando ciò che sei,
non tornando indietro mai.

Ma c’è in me qualcosa che
urla, graffia e avverte che:
è l’inferno che brucia dietro te,
è la fiamma che io devo spegnere.