Twitter Profile
salta alla navigazione

C’era una volta Berlino, la sylicon allee, l’atmosfera vibrante e l’afterparty 2 maggio 2012

Inviato da LukePet in : Chiacchiere, Sviluppo , aggiungi un commento

Le parole che seguono sono di una voce che arriva da Berlino…giungono su questo blog in seguito ad una collaborazione nata con uno scambio di mail; in questo articolo si parla di cultura, innovazione, opportunità, creatività e lavoro…pubblico il tutto con estremo piacere. Buona lettura.

Otto e mezza di una mattina di primavera a Berlino: nei cafè berlinesi si cominciano a servire i primi latte (ai tedeschi piace chiamarlo così il latte macchiato), in lontananza nel club dietro l’angolo c’è un afterparty dove il dj suona il prossimo disco e al Sankt Oberholz è tempo di un’altro Silicon Allee Breakfast Meetup: vengono da tutto il mondo, parlano lingue diverse e sono a Berlino tutti per una ragione, perchè la creatività qui è nell’aria. Sono i giovani dell’economia digitale, gli esperti di programmazione, web design o grafic design tie nell’ultimo decennio hanno invaso Berlino attratti dall’atmosfera vibrante e dal panorama alternativo oltre che dall’eccitante nightlife.

Nell’ ultimo decennio Berlino è stata letteralmente presa d’assalto da imprenditori e giovani di talento altamente qualificati nel digitale che spesso decidono di lavorare da freelance nei cosiddetti coworking space la cui ricetta è semplicemente wireless gratis e tante prese elettriche. La città è ormai la casa di centinaia di start-up e la tendenza è in costante aumento, tant’è che bisognerebbe rivedere l’appellativo Arm, aber sexy (povera,ma sexy) che al sindaco Wowereit piace usare, dato che la città sepure sempre sexy, sembra essere destinata ad essere sempre meno povera: dicono infatti che Berlino abbia fatto le scarpe a Londra rubandole il titolo di prima meta europea delle start-up.

Londra è sempre stata la meta di approdo preferita di tutte le start-up made in Usa, non solo a causa della condivisa lingua madre, ma anche grazie alla presenza di un mercato finanziario di una certa importanza, e allora cosa ha fatto si che Berlino spodestasse Londra dal trono? Continua a leggere…

Firefox: Con la versione 11 il web lo vedi in 3D 14 marzo 2012

Inviato da LukePet in : Firefox, Informatica, Internet, Prodotti, Software, Sviluppo, Web , aggiungi un commento

Cos’è questo? …è una delle novità introdotte con l’ultimissima versione del browser di casa Mozilla.

Page Inspector 3D View è un utile visualizzatore in prospettiva 3D delle pagine web, che aiuta a comprendere meglio com’è strutturata una pagina in tutti i suoi layers, per chi sviluppa sarà sicuramente una feature gradita ed anche un bel po’ “figosa” :)

Tutte le altre novità di questa nuova release le trovate qua: firefox-11.0-releasenotes

Mentre l’ultimo setup come sempre lo trovate qua: www.mozilla.org/it/firefox/fx

YALV! …il mio primo progettino su CodePlex 3 marzo 2012

Inviato da LukePet in : Chicche, Informatica, Prodotti, Software, Sviluppo, Windows , aggiungi un commento

Per la serie “meglio tardi che mai”, ho pubblicato il mio primo progetto open source su CodePlex.

Altro non è che un semplice visualizzatore di file di log; ne esisto già diversi in giro ma, dopo averne provati alcuni, ho deciso di riscriverne uno io che andasse incontro alle mie esigenze e così, visto che c’ero, l’ho reso disponibile a tutti. Magari può tornare utile a qualche amico sviluppatore.

Tutti i dettagli del progetto li trovate qui: yalv.codeplex.com

Attualmente il visualizzatore come requisito prevede l’utilizzo di Log4Net come servizio di logging, ma nella mia testolina c’è l’idea di estenderne il supporto anche ad altri gestori (uno su tutti NLog)…ma è ancora tutto da vedere.

Visual Studio: documentare il proprio codice sorgente 26 maggio 2010

Inviato da LukePet in : Chicche, Documenti, Guide, Informatica, Prodotti, Software, Sviluppo, Tecnologia, Tutorial, Windows , 1 commento finora

Ecco un altro post che attraversa il versante più “tecnico” dei contenuti di questo blog. Dopo averne già parlato poco tempo fa, torno ad affrontare l’argomento Visual Studio…e per la precisione: “Visual Studio & documentazione del codice”.

Qualche settimana fa mi sono deciso a produrre un po’ di documentazione tecnica in riferimento ad un progetto che sto portando avanti dove lavoro, così mi sono messo a ricercare una soluzione che mi soddisfacesse. Dopo qualche test sono riuscito a trovare una configurazione ideale per tenere allineata la documentazione del mio codice sorgente. Ora, visto che in rete (aldilà di qualche discussione) non ho trovato grossi tutorials a riguardo, riporto in questo post tutte le linee guida che ho seguito. Magari può tornare utile a qualcuno.

Punto 1° – Commentare sempre il codice!

Avere del codice ben commentato è fondamentale, se poi i commenti sono ben strutturati sarà possibile integrarli nella propria documentazione senza problemi. Insomma, abituatevi a fare una cosa come questa:
/// <summary>
/// This is MyFunction
/// </summary>
/// <param name="param1">First parameter</param>
/// <param name="param2">Second parameter</param>
/// <returns>My return value</returns>
public int MyFunction(string param1, double param2)
{
}

per avere un’idea più chiara dei tags che potete sfruttare nella scrittura dei vostri commenti buttate un occhio qua: Recommended Tags for Documentation Comments.

Punto 2° – Impostare le proprietà del progetto

Per ogni class library della vostra solution dovete abilitare la generazione del file XML di documentazione; per farlo andate nella finestra delle proprietà e spuntate la voce “XML documentation file”, come mostrato qui sotto: Continua a leggere…

Visual Studio: suggerimenti per l’uso 28 aprile 2010

Inviato da LukePet in : Chicche, Documenti, Guide, Informatica, Prodotti, Software, Sviluppo, Tecnologia, Windows , aggiungi un commento

Ci sono due motivi per cui scrivo questo post; il primo motivo è per dare qualche utile consiglio a chi utilizza da poco l’IDE di casa Microsoft, l’altro motivo è per un mio personale esercizio mnemonico…questo post rientrerà diretto nel blocchetto degli appunti telematici.

Sono oramai più di due anni che ho iniziato a sviluppare in ambiente Microsoft e Visual Studio è stato il compagno di viaggio di ogni quotidiana istruzione di codice. Come ogni IDE che si rispetti, Visual Studio offre un’infinità di funzionalità/settaggi che possono semplificarci la vita…alcune di queste precauzioni mi stanno particolarmente a cuore ed ho deciso di appuntarle per bene su questo blog.

Le cose che scrivo si trovano già sparse nel web a quantità industriali, io mi limiterò a sintetizzare e segnalare qualche piccola “chicca” in grado di rendere più piacevole e “comoda” l’attività di scrittura del codice.

Punto primo: le opzioni.

Vi consiglio di spendere qualche minuto per spulciare le opzioni di configurazione che Visual Studio mette a disposizione, andando su Tools -> Options troverete una valanga di impostazioni da poter configurare. In particolar modo, nella sezione “Text Editor” potete scegliere la formattazione che più vi aggrada per ogni specifico linguaggio.

Personalmente, quando scrivo in C# o VB, non posso fare a meno di abilitare il display delle “Line numbers”; mentre ho da poco trovato delle comode configurazioni anche per la scrittura dei file XAML, le impostazioni che ho scelto sono le seguenti:

Punto secondo: le estensioni.

Ne esistono parecchie ma per il momento segnalo solo i PowerCommands (http://code.msdn.microsoft.com/PowerCommands). Installando questa estensione verranno aggiunte delle piccole ma utilissime nuove funzionalità al menu principale.

In particolar modo segnalo questi due nuovi comandi:

  • “Remove and Sort Usings”
    (gustosa funzionalità per chi sviluppa in C#; scansiona tutti i file della Solution e, oltre ad ordinarli, rimuove tutti i riferimenti “using” superflui)
  • “Collapse Project”
    (questa è per persone pignole come me; che ci volete fare, io non riesco proprio a chiudere Visual Studio se prima non ho fatto il collapse di tutti i progetti nella soluzione)

Punto terzo (ultimo ed il più importante): le shortcuts!

Ed è qui che arriva l’esercizio mnemonico; faccio un breve elenco di tutte le shortcuts più importanti che ho visto in azione e che piano piano ho imparato ad usare assiduamente. Eccole qua: Continua a leggere…

Mockuppare…Balsamiq vs. MockFlow 27 ottobre 2009

Inviato da LukePet in : Chicche, Informatica, Internet, Servizi, Software, Sviluppo , aggiungi un commento

Il bello della condivisione delle conoscenze è che puoi dare tanto agli altri e prendere altrettanto tanto da loro. Succede così che grazie alla segnalazione di un collega di lavoro e ad un messaggio di un amico che segui su Twitter vieni a conoscenza di alcuni strumenti che si lasciano subito apprezzare per la loro immensa utilità.

Questa riflessione nasce proprio da quel flusso di parole, interazioni e condivisione che mi ha portato a sperimentare l’utilizzo dei mockup software.

Si tratta di programmi che aiutano la fase di progettazione delle interfacce grafiche, permettendo di disegnare in maniera rapida i modelli dimostrativi di un’applicazione; le schermate applicative vengono create attraverso uno specifico editor che integra una libreria di oggetti preimpostati e configurabili, attraverso i quali comporre il modello della user interface…e tutto ciò aiuta non poco le varie fasi di analisi e progettazione che portano alla realizzazione di una soluzione software.

Di tool di questo genere ne esistono diversi, io ho avuto modo di provarne due ed ora vi posto le mie impressioni; le due soluzioni su cui ho messo le mani sono Balsamiq Mockups (www.balsamiq.com) e MockFlow (www.mockflow.com).

Per avere un metro di giudizio preciso e riuscire a paragonare bene i due software, ho fatto un piccolo esperimento. In pratica, ho disegnato la stessa interfaccia prima con Balsamiq e poi con MockFlow, mettendole a confronto per valutarne la resa complessiva. Qui sotto trovate ciò che ne è venuto fuori:

balsamiq_logo

balsamiq

mockflow_logo

mockflow

Il test con Balsamiq è stato condotto utilizzando la versione desktop dell’applicativo (concessa con licenza di prova), mentre con MockFlow ho utilizzato la versione free online.

Impressioni? Continua a leggere…

Cheat Sheet …il potere della sinteticità 29 settembre 2009

Inviato da LukePet in : Chicche, Documenti, Informatica, Internet, Prodotti, Siti, Software, Sviluppo, Web , 1 commento finora

I Cheat Sheet mi ricordano molto gli schemi che usavo fare (nei bei tempi in cui ero studente) per assimilare, ricordare e “sbirciare” i concetti di un dato argomento.

CheatSheetPicSinteticità, linearità, essenzialità…tre caratteristiche fondamentali per organizzare ed assorbire rapidamente le conoscenze; i Cheat Sheet nascono sull’onda di tali qualità e non rappresentano altro che una serie sintetica di note velocemente consultabili per dei rapidi riferimenti.

Ho riscoperto l’uso dei questa metodologia di schematizzazione proprio in ambito informatico; difatti sembra prendere sempre più piede l’abitudine a diffondere in rete dei precisi ed utilissimi documenti che delineano funzionalità e caratteristiche per diverse tecnologie di riferimento…e tutto ciò, dal punto di vista di uno sviluppatore software, rappresenta una preziosa risorsa.

Se ci fosse qualche appassionato di informatica che ancora non ha scoperto l’esistenza dei Cheat Sheet, riporto qualche documento e link da visionare:

…e se non ne avete abbastanza potete sbizzarrirvi visitando il sito: www.cheat-sheets.org

Buona consultazione…e siate sintetici :)

WordPress: personalizzare le icone del plugin Sociable 14 settembre 2009

Inviato da LukePet in : Chicche, Informatica, Internet, Prodotti, Software, Sviluppo, Tutorial, Web , 13 commenti

E’ già da un pò che mi sono adoperato per fare un piccolo restyling alle icone di condivisione per i post di questo blog…ed il risultato è ormai da tempo ben visibile in coda ad ogni post. Giusto per essere più chiari, ecco di cosa sto parlando:

NewSociable

L’immagine soprastante mostra il riquadro utilizzato per la condivisione dei post sui principali servizi di comunicazione web. Dal punto di vista funzionale tutto è gestito dal plugin Sociable, che permette di selezionare da un elenco di servizi disponibili quelli per i quali si vuole predisporre il collegamento rapido per la condivisione.

Nulla da eccepire quindi, Sociable il suo lavoro lo svolge egregiamente…ma dal punto di vista grafico così com’era non mi convinceva; di default le icone mi sembravano troppo piccole e poco “interessanti”. Tutto ciò mi ha spinto a dare una ritoccata all’aspetto grafico, ottenendo il risultato mostrato nell’immagine precedente…non c’è voluto molto, qualche nuova icona ed un ritocco al foglio di stile ed il gioco è fatto.

Ora per la gioia di tutti gli smanettatori grafici espongo con chiarezza i passi da seguire per ottenere il mio stesso risultato:

1) Prima di tutto, chiaramente, installate il plugin Sociable (http://wordpress.org/extend/plugins/sociable). Fatto?

2) Dal pannello di configurazione del plugin selezionate i servizi per cui volete rendere disponibile la condivisione. Fatto?

3) A questo punto dovete ricercare il pacchetto di icone che più vi piace, da associare ai servizi che avete selezionato precedentemente (io, per esempio, le ho trovate sul sito http://www.iconspedia.com). Fatto?

Se per caso vi interessassero le stesse mie icone potete scaricare il pacchetto direttamente da qui: newsociable.

NB: è fondamentale che rinominiate le nuove icone con gli stessi nomi delle icone di default del plugin Sociable.

4) Ora, via FTP, caricate le nuove icone in una directory a scelta del vostro spazio web; tornate nel pannello di configurazione di Sociable e nel settaggio “Image directory” inserite l’url che punta alla directory appena uploadata. Fatto?

5) Bene, adesso abbiamo le nuove icone…non resta che modificare il foglio di stile. Dal pannello di configurazione di Sociable nel settaggio “Use CSS” disabilitate l’opzione “Use the sociable stylesheet” (andremo a ridefinire le nuove classi direttamente nel foglio di stile del tema in uso); aprite il file style.css del tema che state usando ed aggiungete le seguenti istruzioni:
Continua a leggere…

Generatori di GIF animate per l’attesa durante i caricamenti 1 luglio 2009

Inviato da LukePet in : Chicche, Informatica, Internet, Servizi, Siti, Software, Sviluppo, Web , aggiungi un commento

“Frecciarossa PolloSky”…ecco un post rapido rapido per segnalare un paio di link che potrebbero tornare utili al popolo degli sviluppatori software.
gifloading
Oggi a lavoro avevo bisogno di una GIF animata da inserire su un’applicazione web come attesa durante i caricamenti delle pagine…così ho fatto una ricerca al volo ed ho trovato due generatori molto interessanti.

Li segnalo anche sul blog…magari è un’informazione che può tornare utile a qualcuno, eccoli:

Banalissimi da usare e molto efficaci. Provateli.