Twitter Profile
salta alla navigazione

Memorizzare la posizione delle icone sul Desktop 6 Ottobre 2009

Inviato da LukePet in : Chicche, Informatica, Prodotti, Software, Soluzioni, Windows , 1 commento finora

Chicca volante.

Probabilmente questa utility la trovate recensita in molti altri blog ma, visto che in questi giorni si è dimostrata un vero toccasana per combattere le mie “noie da pc”, la metto in evidenza anche qui.

In pratica per alcuni motivi (che non sto qui a spiegarvi) ultimamente mi capita di utilizzare la mia postazione di lavoro in desktop remoto da altre macchine…i vari cambi di risoluzione a cui sottopongo di volta in volta il desktop finisco sempre per incasinarmi tutte le icone che minuziosamente e con molto amore avevo disposto.

Una volta…ok. Seconda volta…e vabbè, lasciamo passare. Terza volta…adesso basta!

Stanco di questo fastidioso inconveniente mi sono messo rapidamente alla ricerca di una utility che mi venisse in soccorso…ed ho trovato un fedele alleato in DesktopOK.

DesktopOK

Niente di più banale…si tratta di un semplicissimo e leggero programmino che consente agevolmente di salvare le posizioni delle icone, per poi ripristinarle quando ce ne sarà bisogno.

Efficiente ed efficace, se mai vi servisse lo trovate a questo indirizzo: http://www.softwareok.com/?seite=Software/DesktopOK.

Cheat Sheet …il potere della sinteticità 29 Settembre 2009

Inviato da LukePet in : Chicche, Documenti, Informatica, Internet, Prodotti, Siti, Software, Sviluppo, Web , 1 commento finora

I Cheat Sheet mi ricordano molto gli schemi che usavo fare (nei bei tempi in cui ero studente) per assimilare, ricordare e “sbirciare” i concetti di un dato argomento.

CheatSheetPicSinteticità, linearità, essenzialità…tre caratteristiche fondamentali per organizzare ed assorbire rapidamente le conoscenze; i Cheat Sheet nascono sull’onda di tali qualità e non rappresentano altro che una serie sintetica di note velocemente consultabili per dei rapidi riferimenti.

Ho riscoperto l’uso dei questa metodologia di schematizzazione proprio in ambito informatico; difatti sembra prendere sempre più piede l’abitudine a diffondere in rete dei precisi ed utilissimi documenti che delineano funzionalità e caratteristiche per diverse tecnologie di riferimento…e tutto ciò, dal punto di vista di uno sviluppatore software, rappresenta una preziosa risorsa.

Se ci fosse qualche appassionato di informatica che ancora non ha scoperto l’esistenza dei Cheat Sheet, riporto qualche documento e link da visionare:

…e se non ne avete abbastanza potete sbizzarrirvi visitando il sito: www.cheat-sheets.org

Buona consultazione…e siate sintetici :)

WordPress: personalizzare le icone del plugin Sociable 14 Settembre 2009

Inviato da LukePet in : Chicche, Informatica, Internet, Prodotti, Software, Sviluppo, Tutorial, Web , 13 commenti

E’ già da un pò che mi sono adoperato per fare un piccolo restyling alle icone di condivisione per i post di questo blog…ed il risultato è ormai da tempo ben visibile in coda ad ogni post. Giusto per essere più chiari, ecco di cosa sto parlando:

NewSociable

L’immagine soprastante mostra il riquadro utilizzato per la condivisione dei post sui principali servizi di comunicazione web. Dal punto di vista funzionale tutto è gestito dal plugin Sociable, che permette di selezionare da un elenco di servizi disponibili quelli per i quali si vuole predisporre il collegamento rapido per la condivisione.

Nulla da eccepire quindi, Sociable il suo lavoro lo svolge egregiamente…ma dal punto di vista grafico così com’era non mi convinceva; di default le icone mi sembravano troppo piccole e poco “interessanti”. Tutto ciò mi ha spinto a dare una ritoccata all’aspetto grafico, ottenendo il risultato mostrato nell’immagine precedente…non c’è voluto molto, qualche nuova icona ed un ritocco al foglio di stile ed il gioco è fatto.

Ora per la gioia di tutti gli smanettatori grafici espongo con chiarezza i passi da seguire per ottenere il mio stesso risultato:

1) Prima di tutto, chiaramente, installate il plugin Sociable (http://wordpress.org/extend/plugins/sociable). Fatto?

2) Dal pannello di configurazione del plugin selezionate i servizi per cui volete rendere disponibile la condivisione. Fatto?

3) A questo punto dovete ricercare il pacchetto di icone che più vi piace, da associare ai servizi che avete selezionato precedentemente (io, per esempio, le ho trovate sul sito http://www.iconspedia.com). Fatto?

Se per caso vi interessassero le stesse mie icone potete scaricare il pacchetto direttamente da qui: newsociable.

NB: è fondamentale che rinominiate le nuove icone con gli stessi nomi delle icone di default del plugin Sociable.

4) Ora, via FTP, caricate le nuove icone in una directory a scelta del vostro spazio web; tornate nel pannello di configurazione di Sociable e nel settaggio “Image directory” inserite l’url che punta alla directory appena uploadata. Fatto?

5) Bene, adesso abbiamo le nuove icone…non resta che modificare il foglio di stile. Dal pannello di configurazione di Sociable nel settaggio “Use CSS” disabilitate l’opzione “Use the sociable stylesheet” (andremo a ridefinire le nuove classi direttamente nel foglio di stile del tema in uso); aprite il file style.css del tema che state usando ed aggiungete le seguenti istruzioni:
Continua a leggere…

Firefox: Quando il panda non carica tutti componenti aggiuntivi al primo avvio 11 Settembre 2009

Inviato da LukePet in : Chicche, Firefox, Informatica, Internet, Prodotti, Software, Soluzioni , aggiungi un commento

firefox_35_thumb[6]Da quando ho installato Firefox 3.5 ho avuto a che fare con un piccolo problema le cui cause mi sono tuttora ignote.

Nulla di tragico, in realtà il problema non aveva alcun effetto compromettente ma il fastidio che induceva non era poi così minimo. La situazione era questa: ogni volta che avviavo il browser per la prima volta (dopo il caricamento del sistema) una serie di estensioni tra quelle che ho installato rimanevano disabilitate senza motivo alcuno; a questo punto ero costretto ad aprire la finestra di gestione dei componenti aggiuntivi lanciare una ricerca degli aggiornamenti e poi riavviare il browser…ed a questo punto mi ritrovavo tutti i componenti caricati correttamente. Ma fare questa semplice operazione ogni volta iniziava un pò ad infastidirmi…così mi sono messo in cerca di una possibile soluzione.

Ho fatto qualche ricerca sul web ed è venuto fuori che il problema, se pur raro, non è del tutto isolato. Alcuni utenti in qualche forum hanno riscontrato lo stesso mio comportamento…questo link lo testimonia: http://forum.mozillaitalia.org/index.php?topic=40330.0

Ho provato, come suggerito nella discussione, a creare un nuovo profilo ma il problema è rimasto. Quale possa essere la causa di tutto ciò non è proprio facile capirlo…forse qualche incompatibilità con specifiche configurazioni di sistema o, addirittura, con specifiche versioni del sistema operativo (io, ad esempio, l’ho riscontrato con Vista 64) oppure, semplicemente, un bug della versione 3.5. Bo, per il momento rimane un mistero.

A questo punto mi sono adoperato per aggirare il malfunzionamento…ed ho trovato la soluzione.

Sono ricorso al buon vecchio metodo (se pur “pericoloso”) di disabilitare il controllo di compatibilità delle estensioni…disattivandolo il problema è scomparso e mi sono ritrovato le estensioni tutte belle attive anche al primo avvio.

Ora, per chi si trovasse nella mia stessa situazione (mi auguro per voi di no) riporto i passi da seguire per disabilitare il controllo di compatibilità su Firefox 3.5:

  • andate nella barra degli indirizzi e digitate about:config (vi ritroverete davanti la lista dei parametri di configurazione del browser)
  • cliccate con il destro del mouse e dal menu contestuale selezionate Nuovo -> Booleano
  • si aprirà la finestra per la creazione di un nuovo parametro di configurazione, inserite come nome extensions.checkCompatibility ed impostate il valore a false
  • a questo punto riavviate il browser ed il gioco è fatto…al riavvio il controllo di compatibilità delle estensioni risulterà disabilitato

Dovrete giusto fare un pò più di attenzione quando installate nuovi componenti assicurandovi che siano compatibili con la versione del browser, ma per il resto, il fastidioso problema delle estensioni disattivate non si presenterà più (perlomeno così è stato per me).

E’ tutto…alla prossima “assistenza”.

Scoprendo Gmail… “giocare” con i filtri 2 Settembre 2009

Inviato da LukePet in : Chicche, Informatica, Internet, Servizi, Tutorial, Web , 1 commento finora

Non so se questa cosa che sto per dire sia già scritta da qualche altra parte, sta di fatto che io l’ho scoperto oggi e quindi lo condivido volentieri sul blog. Vi dico subito di cosa sto parlando.

Gmail è diventato il centro di smistamento di tutte le mie mailbox, con una sola pagina controllo la posta di cinque operatori differenti…quindi le e-mail giornaliere che arrivano sono davvero parecchie.

Come molti sapranno Gmail permette di impostare delle etichette da associare alle mail sulla base di specifici criteri; quando ad esempio si imposta la lettura delle mail da un altro account di posta, è possibile definire una label per etichettare tutte le mail che provengono da quell’account. Io chiaramente l’ho fatto e mi sono ritrovato tutte le mail classificate in base al servizio da cui provengono…mail etichettate ‘Alice’, mail etichettate ‘Yahoo’ e così via.

Ma ancora non ero abbastanza soddisfatto.

Oltre ad una suddivisione tecnica ricercavo una classificazione più “semantica”; così oggi ho smanettato un pò con i filtri ed in pochi istanti sono riuscito ad ottenere quello che volevo. In pratica ecco cosa ho fatto…

Volevo raggruppare in modo rapido tutte le mail provenienti da Facebook e MySpace così ho creato una nuova etichetta (Impostazioni -> Etichette) e l’ho chiamata ‘SocialNetworks’. A questo punto sono andato nella sezione Filtri ed ho creato un nuovo filtro impostando come criterio una selezione sugli indirizzi dei mittenti ed associando a tale selezione l’etichetta appena creata.

Ecco un paio di screenshot che rendono meglio l’idea (cliccate sulle immagini per vederle nel formato originale):

Gmail - Impostazioni01
Gmail - Risultati di ricerca 02
La chiave di tutto sta nel filtro (*facebook*.com) OR (*myspace.com), che sulla base dei domini degli indirizzi mittenti seleziona l’insieme delle mail cui associare l’etichetta.

Visto che la cosa sembra funzionare bene c’ho preso gusto ed ho creato qualche altra nuova etichetta in grado di raggruppare le mail secondo una logica ben precisa. Una su tutte, ad esempio, l’etichetta ‘Informatica’ che viene associata a tutte le mail provenienti dai siti prettamente dedicati alla programmazione, al software e all’hardware. Con grande soddisfazione quindi sono riuscito a migliorare sensibilmente la navigabilità all’interno delle tante mail in arrivo.

Quello che ho mostrato in questo post a molti potrebbe essere già noto ma se anche voi, come me, fino ad oggi avete sottovalutato le potenzialità dei filtri di Gmail allora questo breve tutorial potrebbe esservi utile.

Buone etichettature.

Tutsplus per tutti 1 Giugno 2009

Inviato da LukePet in : Chicche, Guide, HD Recording, Informatica, Internet, Siti, Sviluppo, Tutorial, Web , 1 commento finora

Tempo fa scrissi un post in cui segnalavo dei tutorial su Photoshop (chicche-a-tutto-photoshop). Tra i vari link compariva anche il sito PSDTuts+…uno tra i blog più interessanti per chi ama creare con Photoshop.

logoLa famiglia di siti “Tutsplus” però è molto più vasta e non si limita al solo blog su Photoshop…essa rappresenta un vero e proprio network con contenuti di altissima qualità che toccano differenti sponde. Vediamo nel dettaglio.

  • PsdTuts+ [http://psd.tutsplus.com]
    (come già detto un eccezionale blog con tutorials per Photoshop)
  • VectorTuts+ [http://vector.tutsplus.com]
    (analogamente a PsdTuts questo blog è dedicato al software Illustrator, con guide e tutorial sull’elaborazione di immagini vettoriali)
  • FlashTuts+ [http://flash.tutsplus.com]
    (qui invece entriamo nel mondo Flash, con una serie di post sulla creazione di applicazioni Flash e ActionScript)
  • AeTuts+ [http://ae.tutsplus.com]
    (blog in cui si parla di animazione grafica, con guide e dimostrazioni sull’utilizzo del software After Effects)
  • NetTuts+ [http://net.tutsplus.com]
    (NetTuts è interamente dedicato allo sviluppo web, contiene numerosi tutorial e articoli sul web design con riferimenti ai linguaggi HTML, CSS e Javascript)
  • AudioTuts+ [http://audio.tutsplus.com]
    (questo blog invece è dedicato ai produttori di musica, raccoglie articoli su tecniche di registrazione e missaggio…una risorsa molto interessante per chi ama giocare con l’audio)

Per avere tutto il network sotto controllo potete far riferimento a questo indirizzo: http://tutsplus.com; inoltre, per chi volesse, c’è anche la possibilità di seguire gli aggiornamenti dei siti via Twitter…trovate tutti i riferimenti nelle pagine che ho segnalato.

Ed ora, non mi resta che augurare un buon apprendimento a tutti!

WordPress: modificare la modalità di invio delle mail 12 Maggio 2009

Inviato da LukePet in : Chicche, Informatica, Internet, Prodotti, Software, Soluzioni, Sviluppo, Web , aggiungi un commento

Negli ultimi giorni mi sono trovato ad affrontare un altro piccolo ostacolo nella gestione di un blog WordPress (non questo) che sto curando per conto terzi.

Il problema era questo: avevo installato il plugin Subscribe2 (http://subscribe2.wordpress.com) per la gestione della newsletter e riscontravo dei messaggi di errore quando andavo a testare l’invio delle mail per la conferma delle iscrizioni.

In pratica, ad ogni tentativo di iscrizione, ritornava questo alert:

“Sorry, there seems to be an error on the server. Please try again later.”
(tradotto italiano: “Siamo spiacenti, sembra esserci un errore sul server. Riprovare più tardi.”)

Il problema era presumibilmente legato alla procedura di invio delle e-mail dal sito. Dopo qualche ricerca in rete ho trovato la conferma; sul sito ufficiale del plugin, in risposta ad un quesito su questo problema, l’autore dice: “Subscribe2 uses PHPMailer that is built in to WordPress. When an attempt is made to send an email success or failure is reported back to the calling function. In your case the PHPMailer function is reporting failure. You need to check with your host provider why this is happening as it is a server issue.”

In pratica questo genere di malfunzionamento è causato da qualche restrizione del server che impedisce l’invio delle e-mail utilizzando la modalità di default del PHPMailer (cioè la modalità Sendmail). Continua a leggere…

WordPress: pubblicare i post di una specifica categoria in una pagina dedicata 4 Maggio 2009

Inviato da LukePet in : Chicche, Guide, Informatica, Prodotti, Software, Soluzioni, Sviluppo, Tutorial, Web , 154 commenti

Proprio ieri mi sono cimentato in una piccola personalizzazione per un blog WordPress che sto gestendo; niente di particolare, avevo giusto un’esigenza di impostazione e sono riuscito a soddisfarla.

Vi spiego meglio.

In pratica dovevo creare una sezione dedicata in cui visualizzare tutti i post che rientravano in una specifica categoria. Niente di insormontabile insomma, mi è bastata qualche piccola ricerca per individuare la soluzione; ma visto che gran parte delle info che ho trovato sono in inglese, riporto qui la descrizione dei passi in italiano; così, semmai qualcuno ne avesse bisogno, ha tutto scritto per bene.

Dunque, prima di tutto vi segnalo il link che mi ha fatto da guida, eccolo qua: http://codex.wordpress.org/Template_Tags/query_posts.

E questi sono i passi da seguire per implementare questa piccola personalizzazione:

1. Andate sul vostro database WordPress ed individuate l’ID della categoria che vi interessa gestire in un’altra pagina. La tabella cui dovete far riferimento è wp_terms (da cui dovete individuare il term_id); se si tratta di una nuova categoria naturalmente dovete prima crearla e poi consultare la tabella.

2. Ora dovete andare nel vostro tema e creare un template per la nuova pagina che raccoglierà i post.

Ecco come fare… Continua a leggere…

Problemi con le pooled connections? Ecco come monitorare SQL Server 31 Marzo 2009

Inviato da LukePet in : Chicche, Guide, Informatica, Software, Soluzioni, Sviluppo, Web, Windows , aggiungi un commento

Un paio di settimane fa ho avuto un problema con un’applicazione ASP.NET, ma poi ricercando per la rete e consultandomi con qualche voce esperta sono riuscito a trovare un modo per affrontare e risolvere la questione. Visto che le informazioni che ho raccolto potrebbero tornare utili ad altri, le metto per iscritto sul blog.

Dunque, avevo un sito montato su IIS (su un virtual server con sistema operativo Windows Server 2003)…gli utenti che lo utilizzavano, dopo un pò di attività, si imbattevano in un “Server Error” dal seguente messaggio:

Timeout expired. The timeout period elapsed prior to obtaining a connection from the pool.
This may have occurred because all pooled connections were in use and max pool size was reached.

Dal messaggio si capiva che c’era qualche problema con le connessioni al database gestite all’interno dell’applicazione; visto che l’architettura software non era poi così banale avevo la necessità di monitorare le chiamate al db in modo da individuare la pagina responsabile del malfunzionamento…ed è qui che ho scoperto la straordinaria utilità del monitor delle prestazioni di Windows! Grazie a lui infatti sono riuscito a capire cosa non andava nel programma ed ho riparato il tutto.

perfmon
Il monitor delle prestazioni consente infatti di tenere sotto controllo una serie di contatori che il framework espone, tra questi ce ne sono alcuni che riguardano le connessioni. Ecco come fare per monitorarli:
Continua a leggere…