Twitter Profile
salta alla navigazione

Web, Sicurezza & Privacy…qualche piccola precauzione 10 giugno 2011

Inviato da LukePet in : Chicche, Documenti, Firefox, Guide, Informatica, Internet, Software, Web, Windows , 3 commenti

L’argomento privacy è sempre delicato da affrontare quando si parla di web…un paio di mesi fa ha fatto parecchio discutere una puntata di Report in cui si parlava del web e dei rischi per i dati e per la riservatezza dell’utente. Diciamo che in quell’occasione, secondo il mio modesto parere, Report affrontò la questione con toni un po’ troppo allarmistici…ma l’argomento è piuttosto complesso e di certo non è facile esprimere un giudizio a riguardo…ma ora non è di questo che voglio parlare.

Prendendo spunto da questa tematica così sensibile, volevo invece mettere nero su bianco alcune semplici precauzioni utili da seguire per sentici un po’ più sicuri quando ci immergiamo nei meandri di Internet…quindi, per la serie “forse non tutti sanno che”, ecco il mio bell’elenco di regole da seguire:

1 – TENERE IL PROPRIO ACCOUNT GOOGLE SOTTO CONTROLLO!
Se siete registrati a Google potete monitorare tutti i servizi e le attività collegate al vostro account andando su www.google.com/dashboard. Qui troverete un elenco dei servizi a voi associati e potete controllare il tutto con immediatezza, in particolare troverete una sezione denominata “Cronologia web“, disattivandola eviterete che Google tenga traccia di tutte le ricerche fatte con il vostro account…sapevatelo.

2 – UTILIZZARE HTTPS!
L’utilizzo del protocollo HTTPS garantisce un ottimo livello di sicurezza negli scambi di dati via web; generalmente viene sfruttato nelle transazioni in cui sono in gioco dati sensibili, ma è anche supportato ed abilitabile in molti dei servizi più popolari della rete (giusto per star sicuri che qualche malintenzionato non sniffi password o informazioni riservate), ecco qualche esempio:

  • GMail: per abilitarlo vi basta andare nelle impostazioni generali e nella sezione “Connessione browser” selezionare la voce “Usa sempre https”
  • Facebook: per abilitarlo basta andare nelle impostazioni del vostro account e nella sezione “Protezione dell’account” spuntare la voce “Naviga su Facebook con una connessione protetta (https), quando possibile”
  • Twitter: per abilitarlo basta spuntare la voce “Usa sempre https” nelle impostazioni dell’account

3 – SFRUTTARE AL MEGLIO IL PROPRIO BROWSER! Continua a leggere…

Linux, Windows e le installazioni via USB 23 novembre 2010

Inviato da LukePet in : Chicche, Informatica, Linux, Software, Soluzioni, Windows , aggiungi un commento

Piccolo promemoria.

Capita a volte di fare assistenze ad amici con il PC impossibilitato nel leggere cd/dvd…vuoi perché il lettore è stato messo ko in seguito ad uno scatto di nervosismo (è successo anche questo), vuoi perché il lettore non ne vuole sapere di leggere alcuni supporti, vuoi perché essendo un netbook non ce l’ha proprio.

Ecco, in questi casi, per affrontare una bella formattazione o tentare insperati recuperi dati, riuscire a fare il boot del sistema operativo (Windows o Linux che sia) per accedere alla console di ripristino o per reinstallare il sistema operativo, sarebbe cosa assai gradita.

Non rimane quindi che affidarci alla cara porta USB.

Che il boot per l’installazione del sistema operativo si possa fare via USB non è di certo una novità, ma volevo giusto appuntare in questo post un paio di link a dei tools che possono tornare utili in queste situazioni. Eccoli:

  • Windows 7
    http://store.microsoft.com/help/iso-tool
    Tool che consente di riversare l’immagine ISO del dvd di installazione di Windows 7 direttamente su una pendrive…testato recentemente e ben funzionante; unica precauzione: serve una penna USB con capacità maggiore di 4GB
  • Linux
    http://unetbootin.sourceforge.net
    Stessa identica cosa ma per le distribuzioni Linux, selezionate l’ISO, selezionate l’unità della vostra pennetta USB e via

A futura memoria.

Terratec Grabster AV 150 MX & dropped frames…non chiedetemi perchè ma così funziona meglio 27 settembre 2010

Inviato da LukePet in : Chicche, Informatica, Periferiche, Soluzioni, Tecnologia , 1 commento finora

Chicca volante per tutti i possessori dell’aggeggio sottostante…

La Terratec Grabster AV 150 MX altro non è che una scheda esterna per acquisire in formato digitale i segnali video analogici…quindi se avete delle VHS da riversare dentro il vostro hard disk, questo oggetto potrebbe tornarvi utile. Essendo un prodotto abbastanza entry-level, il dispositivo si basa su una codifica software, il che significa che molto dipende anche dalle prestazioni del vostro pc.

Detto ciò, smanettando e facendo le mie belle prove ho scoperto che l’affidabilità dell’acquisizione cambia parecchio a seconda del modo in cui si utilizza la scheda. Ho fatto una serie di prove utilizzando il software “MAGIX Movies on DVD TerraTec Edition” (fornito con la scheda stessa), su un sistema operativo Windows 7 a 64 bit, appurando un comportamento piuttosto curioso del processo di acquisizione…ora mi spiego meglio.

Inizialmente io facevo così: avviavo il “MAGIX Movies”, spingevo play sul nastro nel videoregistratore e lo mettevo subito in pausa…successivamente schiacciavo “rec” nella schermata del software di acquisizione (il bottone rosso qui sotto) e rimettevo il nastro in play. Continua a leggere…

Visual Studio: documentare il proprio codice sorgente 26 maggio 2010

Inviato da LukePet in : Chicche, Documenti, Guide, Informatica, Prodotti, Software, Sviluppo, Tecnologia, Tutorial, Windows , 2 commenti

Ecco un altro post che attraversa il versante più “tecnico” dei contenuti di questo blog. Dopo averne già parlato poco tempo fa, torno ad affrontare l’argomento Visual Studio…e per la precisione: “Visual Studio & documentazione del codice”.

Qualche settimana fa mi sono deciso a produrre un po’ di documentazione tecnica in riferimento ad un progetto che sto portando avanti dove lavoro, così mi sono messo a ricercare una soluzione che mi soddisfacesse. Dopo qualche test sono riuscito a trovare una configurazione ideale per tenere allineata la documentazione del mio codice sorgente. Ora, visto che in rete (aldilà di qualche discussione) non ho trovato grossi tutorials a riguardo, riporto in questo post tutte le linee guida che ho seguito. Magari può tornare utile a qualcuno.

Punto 1° – Commentare sempre il codice!

Avere del codice ben commentato è fondamentale, se poi i commenti sono ben strutturati sarà possibile integrarli nella propria documentazione senza problemi. Insomma, abituatevi a fare una cosa come questa:
/// <summary>
/// This is MyFunction
/// </summary>
/// <param name="param1">First parameter</param>
/// <param name="param2">Second parameter</param>
/// <returns>My return value</returns>
public int MyFunction(string param1, double param2)
{
}

per avere un’idea più chiara dei tags che potete sfruttare nella scrittura dei vostri commenti buttate un occhio qua: Recommended Tags for Documentation Comments.

Punto 2° – Impostare le proprietà del progetto

Per ogni class library della vostra solution dovete abilitare la generazione del file XML di documentazione; per farlo andate nella finestra delle proprietà e spuntate la voce “XML documentation file”, come mostrato qui sotto: Continua a leggere…

Visual Studio: suggerimenti per l’uso 28 aprile 2010

Inviato da LukePet in : Chicche, Documenti, Guide, Informatica, Prodotti, Software, Sviluppo, Tecnologia, Windows , aggiungi un commento

Ci sono due motivi per cui scrivo questo post; il primo motivo è per dare qualche utile consiglio a chi utilizza da poco l’IDE di casa Microsoft, l’altro motivo è per un mio personale esercizio mnemonico…questo post rientrerà diretto nel blocchetto degli appunti telematici.

Sono oramai più di due anni che ho iniziato a sviluppare in ambiente Microsoft e Visual Studio è stato il compagno di viaggio di ogni quotidiana istruzione di codice. Come ogni IDE che si rispetti, Visual Studio offre un’infinità di funzionalità/settaggi che possono semplificarci la vita…alcune di queste precauzioni mi stanno particolarmente a cuore ed ho deciso di appuntarle per bene su questo blog.

Le cose che scrivo si trovano già sparse nel web a quantità industriali, io mi limiterò a sintetizzare e segnalare qualche piccola “chicca” in grado di rendere più piacevole e “comoda” l’attività di scrittura del codice.

Punto primo: le opzioni.

Vi consiglio di spendere qualche minuto per spulciare le opzioni di configurazione che Visual Studio mette a disposizione, andando su Tools -> Options troverete una valanga di impostazioni da poter configurare. In particolar modo, nella sezione “Text Editor” potete scegliere la formattazione che più vi aggrada per ogni specifico linguaggio.

Personalmente, quando scrivo in C# o VB, non posso fare a meno di abilitare il display delle “Line numbers”; mentre ho da poco trovato delle comode configurazioni anche per la scrittura dei file XAML, le impostazioni che ho scelto sono le seguenti:

Punto secondo: le estensioni.

Ne esistono parecchie ma per il momento segnalo solo i PowerCommands (http://code.msdn.microsoft.com/PowerCommands). Installando questa estensione verranno aggiunte delle piccole ma utilissime nuove funzionalità al menu principale.

In particolar modo segnalo questi due nuovi comandi:

  • “Remove and Sort Usings”
    (gustosa funzionalità per chi sviluppa in C#; scansiona tutti i file della Solution e, oltre ad ordinarli, rimuove tutti i riferimenti “using” superflui)
  • “Collapse Project”
    (questa è per persone pignole come me; che ci volete fare, io non riesco proprio a chiudere Visual Studio se prima non ho fatto il collapse di tutti i progetti nella soluzione)

Punto terzo (ultimo ed il più importante): le shortcuts!

Ed è qui che arriva l’esercizio mnemonico; faccio un breve elenco di tutte le shortcuts più importanti che ho visto in azione e che piano piano ho imparato ad usare assiduamente. Eccole qua: Continua a leggere…

Editing di file Mkv…merge, demux, mux, delay e quant’altro 4 febbraio 2010

Inviato da LukePet in : Chicche, Informatica, Linux, Multimedia, Prodotti, Software, Soluzioni, Windows , aggiungi un commento

Chicca volante.

Se vi capitasse di avere a che fare con qualche file MKV dall’audio leggermente sfasato ed aveste bisogno di un tool in grado di fare, in modo rapido e semplice, il demux/mux della traccia video e di quella audio (con le opportune modifiche al delay settate), allora il mio caldo consiglio è di utilizzare MKVToolnix.

E’ ciò di cui avevo bisogno stasera e questo bel programmino è stata la mia salvezza. Il software è quasi banale da usare, caricate il file, settate tutte le vostre cosine e poi lo salvate in un nuovo file. Fatto.

Questo è il link per scaricarlo: http://www.bunkus.org/videotools/mkvtoolnix/index.html.

Dato che ci sono, posto pure un’altra piccola nozione utile da conoscere quando si ha a che fare con i ritardi dell’audio e/o dei sottotitoli. Se utilizzate VLC (www.videolan.org/vlc) come player potete agire in tempo reale sui delay del file che state riproducendo, vi basta conoscere le giuste short-key:

  • premendo h aumenterete il ritardo dei sottotitoli
  • premendo g ridurrete il ritardo dei sottotitoli
  • premendo k aumenterete il ritardo della traccia audio
  • premendo j ridurrete il ritardo della traccia audio

Chiaramente tutto ciò non vale solo per i file mkv, ma per ogni tipo di file video che state riproducendo…e questo potrebbe evitarvi di dover rielaborare il file sfasato.

Penso di aver detto tutto…buona notte.

Samsung UE40B6000…settaggi a gogò 11 gennaio 2010

Inviato da LukePet in : Acquistoni, Documenti, Software, Tecnologia , 425 commenti

Ecco il primo dei post di approfondimento legati ad i miei ultimi tecno-acquisti (il-mio-primo-piccolo-vero-home-cinema); parliamo del TV LCD con retroilluminazione a led che mi sono regalato per Natale, il Samsung UE40B6000.

Come ho già avuto modo di dire, prima di procedere all’acquisto mi sono fatto una piccola cultura spulciando e leggendo intere pagine di discussioni sui forum dedicati all’audio ed al video. E dopo attente valutazioni, legate anche alle mie esigenze, la scelta è ricaduta sulla tv di casa Samsung.

Ora quindi per chi, come me, è in possesso di questo televisore condivido qualche utile risorsa.

Punto primo. Reperire informazioni.

Per qualsiasi dubbio, richieste o domande riguardo alla serie 6 dei Samsung a led vi invito ad appuntarvi il link alla discussione ufficiale del forum di AVMagazine:
http://www.avmagazine.it/forum/showthread.php?t=146138.

Punto secondo. Aggiornamento software.

Come molti sapranno è possibile aggiornare il software della tv scaricando il file di update dal sito della Samsung ed eseguendolo via USB. Per scaricare il file di aggiornamento però non andate sul sito italiano ma recuperatelo dal “download center” del sito internazionale. Da lì trovate gli aggiornamenti per tutti i modelli di casa Samsung.

Se prendiamo, ad esempio, la serie 6 di Samsung a led, è possibile vedere come esistano due modelli di riferimento il B6000VW ed il B6000VP…il mio, per esempio, è un UE40B6000VP.

Vi basta andare su sito http://www.samsung.com/it/support/download/supportDownloadMain.do, selezionare il vostro modello e scaricare il file e le istruzioni di aggiornamento. Attualmente (in data 11/01/2010) l’ultima versione disponibile per la serie “VP” è la “2007”…ma penso sia probabile che usciranno versioni successive.

Testato e tutto regolare…anche se non mi sembra sia cambiato niente.

Punto terzo. Settaggi.

Leggendo i vari forum è possibile visionare i diversi settaggi condivisi dagli utenti. Io ne ho preso nota ed ho fatto le mie prove…sono partito da quelli proposti, ma poi ho un pò ritoccato il tutto in funzione del mio gusto personale ed ho raggiunto un profilo che sembra soddisfarmi appieno.

Mi sono concentrato principalmente sul segnale che arriva via HDMI (collegato ad un lettore Blu-Ray); quindi, quelle che vi propongo adesso sono le impostazioni che uso quando guardo i film in alta definizione. Eccole:

Settaggi01
Continua a leggere…

Firefox: FF & Facebook Chat…pace fatta 8 gennaio 2010

Inviato da LukePet in : Chicche, Firefox, Informatica, Internet, Siti, Software, Soluzioni, Web , 2 commenti

Chicca volante.

Fino a qualche giorno fa ho convissuto con un innocuo, ma fastidiosissimo, problema con la chat di Facebook.

Ogni volta che ricevevo un messaggio con la pagina di Facebook aperta in Firefox mi imbattevo in una incomprensibile notifica che richiedeva l’installazione del plugin Apple QuickTime. Una stranezza su cui ho sorvolato per parecchio tempo ma che sotto sotto mi dava sempre più fastidio.

All’inizio ho erroneamente dato la colpa a Digsby (passo-a-digsby), che alla fine non c’entrava niente…poi, all’ennesima notifica di installazione del plugin “misterioso”, ho deciso di affrontare la questione di petto ed ho dedicato 5 minuti del mio prezioso (si fa per dire) tempo alla ricerca di una soluzione.

E’ venuto fuori che non sono stato il solo ad aver avuto questa noia e, tra le varie discussioni spulciate, la soluzione (in realtà più “workaround” che una soluzione) emersa si è dimostrata di una semplicità impensabile. Ebbene, per non aver più a che fare con quella seccante notifica visualizzata ad ogni messaggio che arriva dalla chat di Facebook non bisogna far altro che disabilitare l’opzione “Attiva suono per i nuovi messaggi”. Non chiedetemi perchè, ma è così.

FaceBookChat

Ora lo sapete, quindi se capitasse anche a voi…sapete come agire!

Filtrare file e directory nei trasferimenti con FileZilla 4 novembre 2009

Inviato da LukePet in : Chicche, Guide, Informatica, Internet, Linux, Software, Soluzioni, Windows , 6 commenti

Altra chicca volante…

E’ una cosa che ho scoperto e sperimentato pochi giorni fa, una sciocchezza di quelle che si ignorano con insana sufficienza e poi quando si svelano ti mettono un pizzico di beata soddisfazione.

In pratica ho scoperto che durante i trasferimenti via FTP con FileZilla c’è la possibilità di impostare dei filtri per evitare che vengano presi in considerazione file e cartelle non necessarie…e questa feature (ndr. disponibile dalla versione 3 del client) mi è stata parecchio utile. Dovevo tirare giù un sito evitando che venissero considerati tutti i files residenti nella directory di cache, mi è venuto così il sospetto che ci fosse un qualche modo per gestire questa esigenza…e non mi sbagliavo.

E’ bastato esplorare con un pò più di attenzione la toolbar di FileZilla per scoprire che esiste un settaggio apposito per filtrare i trasferimenti.

Ora, senza che mi stia a dilungare in superflue spiegazioni, vi posto un contributo visivo che più essenziale non si può:
FiltriFileZilla

(cliccate sull’immagine per vederla ingrandita)

Più chiaro di così non potevo essere…passo e chiudo.