Twitter Profile
salta alla navigazione

Concerto Afterhours @ L’Aquila (19 Maggio 2012) 9 giugno 2012

Inviato da LukePet in : Artisti, Concerti, Musica, Recensioni, Suoni , trackback

Sabato 19 Maggio 2012: mi sveglio, accendo la tv ed apprendo la notizia dell’attentato di Brindisi; la giornata mi porterà poi a L’Aquila dove vedrò le ferite ancora aperte di un terremoto avvenuto 3 anni fa. Torno a casa, dormo. Domenica 20 Maggio 2012: mi sveglio, accendo la tv ed apprendo la notizia del sisma in Emilia…come potete immaginare, l’effetto, di certo, non è stato dei migliori.

Ciò che mi ha portato a L’Aquila è stato un concerto organizzato dagli Afterhours per riportare l’attenzione sul tragico evento che ha colpito il capoluogo Abruzzese nell’Aprile 2009. Oltre che un evento di svago è stata anche un’occasione per vedere, toccare con mano e rendersi realmente conto della spaventosa potenza distruttiva che un sisma ha la capacità di sprigionare.

Arriviamo a L’Aquila nel primo pomeriggio e trascorriamo le ore che ci portano a sera girando per il centro ed osservando tutto ciò che è intorno…macerie, impalcature, ricordi, vetrine e negozi dove il tempo sembra essersi fermato a tre anni fa…ricostruzione, ora quello che conta è solo questo…ricostruire.

Arriviamo a sera abbastanza stanchi ma c’è ancora un bel concerto che ci aspetta…raggiungiamo Piazza Duomo pronti ad ascoltare Il Teatro Degli Orrori che aprirà il live prima degli After. L’atmosfera è positiva ed energica e Capovilla & soci riescono a conquistare l’attenzione di tutti i presenti…con quasi un’ora e mezza di set impeccabile.

Dopodichè tocca agli Afterhours…si parte subito con le novità, “Padania” e “Terra Di Nessuno” inaugurano la setlist e poi per scaldare definitivamente l’atmosfera ecco “La Verità Che Ricordavo” e “Male Di Miele”…per la serie “ti piace vincere facile”. Tra un pezzo e l’altro Manuel Agnelli coglie l’occasione per ringraziare i presenti e ci tiene a sottolineare che non si tratta solo di una festa ma c’è dell’altro…e riferendosi ai fatti di Brindisi dice: “Non abbiamo voluto annullare il concerto perché pensiamo che in questo momento non si debba restare chiusi in casa”…e con l’occasione c’è stato anche lo spazio per leggere alcune significative parole tratte da un discorso di Paolo Borsellino sulla mafia.

La musica non si ferma e va avanti…passando attraverso momenti che ti rimangono stampati in testa, come quando vedi gli indici di centinaia di persone che, sulle note di “Bye Bye Bombay”, indicano decisi il cielo urlando “Io Non Tremo!”L’Aquila c’è e non trema più. L’accoppiata “Lasciami Leccare L’Adrenalina”“Dea” è micidiale ed accende gli animi come non mai…e poi si va scendere verso un intenso finale dove “Voglio Una Pelle Splendida” e “Quello Che Non C’è” la fanno da padroni.

Fine concerto. Torniamo verso l’auto lasciandoci alle spalle uno sciame di anime ancora belle vive che invadono la via principale del centro. Per noi, decisamente a pile scariche, è giunta l’ora di affrontare i 140Km che ci separano da casa. E’ stata una giornata in cui abbiamo raccolto tante immagini, tante riflessioni, tanta speranza e tanta forza…prendiamo e portiamo via.

E visto che ci sono vi allego anche le setlist del concerto…

IL TEATRO DEGLI ORRORI

01) RIVENDICO
02) NON VEDO L’ORA
03) PER NESSUNO
04) SKOPJE
05) E’ COLPA MIA
06) PABLO
07) DORIS
08) MONICA
09) ION
10) E LEI VENNE!
11) COMPAGNA TERESA
12) IO CERCO TE
13) IL TURBAMENTO DELLA GELOSIA
14) LA CANZONE DI TOM

AFTERHOURS

01) PADANIA
02) TERRA DI NESSUNO
03) LA VERITÀ CHE RICORDAVO
04) MALE DI MIELE
05) COSTRUIRE PER DISTRUGGERE
06) SPRECA UNA VITA
07) SULLE LABBRA
08) CI SARÀ UNA BELLA LUCE
09) BALLATA PER LA MIA PICCOLA IENA
10) E’ SOLO FEBBRE
11) BUNGEE JUMPING
12) IL PAESE È REALE
13) BYE BYE BOMBAY

14) LASCIAMI LECCARE L’ADRENALINA
15) DEA
16) VOGLIO UNA PELLE SPLENDIDA

17) PELLE
18) QUELLO CHE NON C’È