Twitter Profile
salta alla navigazione

Concerto Meg @ Recanati (31 Gennaio 2009) 2 febbraio 2009

Inviato da LukePet in : Artisti, Concerti, Musica, Recensioni, Suoni , trackback

Lo scorso Sabato, dopo tanto tempo, sono finalmente tornato a godermi un bel concerto…ero già in crisi di astinenza e questo live è stato proprio come una boccata d’aria fresca. Protagonista della serata a questo giro è stata Meg, che ha fatto tappa a Recanati con il suo “Psychodelice Show”.


(fonte: http://www.flickr.com/photos/theladyofsweets | http://www.myspace.com/theladyofsweets)

Per una volta il concerto si è svolto a pochi chilometri da casa e quindi tutto l’iter che prevede la cena “per strada” è stato evitato. Non c’è poi molto da raccontare sul viaggio di andata, penso che la trasferta non poteva essere più rilassata. Arriviamo a Recanati verso le 22:30 e cerchiamo di affidarci al nostro istinto per trovare l’Extra. E circumnavigando le mura del centro storico, affiancati da siepi leggendarie ed ermi colli, con l’aiuto di qualche indicazione, riusciamo ad individuare la location.

Parcheggiamo, attraversiamo la bella piazza Leopardi (che nella sua desolazione risulta ancor più affascinante) e dopo pochi passi siamo davanti all’Extra. Biglietto-timbro-consumazione-attesa-entrata…siamo difronte al piccolo palco pronti per il concerto. La situazione è molto intima e ciò non mi dispiace affatto.

L’Extra è proprio un bel locale…uno di quei posti dallo stile molto “rock” e, come si suol dire, “alternative”; nella mia zona (purtroppo!) i locali di questo genere scarseggiano e così vedere che c’è qualche piccolo rifugio ancora in attività mi ha fatto decisamente piacere. Ci tornerò senz’altro.

Il tempo dell’attesa termina pochi minuti prima della mezzanotte ed il live inizia.

I-WILL-GO-AWAY-IF-YOU-STAY-MORE…è “Promises” ad aprire le danze, l’elettronica si diffonde, il ritmo incalza ed io apprezzo decisamente. “Promises” si conclude con Meg che esclama “in delay” “Le promesse…sono sempre le stesse!”. A seguire come in un unico flusso arrivano “Napoli Città Aperta”, “Succhio Luce”, “E’ Troppo Facile” e “Distante”…a questo punto l’atmosfera ha raggiunto la giusta temperatura.

http://www.youtube.com/watch?v=1yIOL7CaLtA
(fonte: http://www.youtube.com/user/koora88)

Non mancano i riferimenti al precedente album…“Simbiosi” ne è l’esempio. E non mancano nemmeno i riferimenti alla discografia dei 99 Posse…una fusione tra “Pandora” e “Sfumature”, la riproposizione del brano “Amerika” (in cui si insedia un breve riferimento a “Sweet Dreams” degli Eurythmics) e l’immancabile “Quello Che” che chiude il concerto. Nel mezzo molti altri brani, la maggior parte dei quali chiaramente estratti dall’ultimo lavoro.

Lo “Psychodelice Show” mi ha positivamente colpito…è uno spettacolo che va oltre la musica, le proiezioni sullo sfondo che hanno accompagnato l’esecuzione delle canzoni sono state impeccabili, il sound sprigionato dal gruppo sul palco estremamente coinvolgente (ho apprezzato veramente molto il lavoro fatto sulle ritmiche) e poi c’è lei, Meg, che riesce con il solo sguardo a catturare gli occhi e con la sua voce ad impadronirsi di centinaia di orecchie. Tutto molto bello.

C’è anche da dire che quello sul palco dell’Extra è stato uno spettacolo in versione ridotta rispetto allo standard (per ovvi motivi di spazio)…il tour ha avuto date in cui è stato possibile proporre uno show più ricco, caratterizzato anche dalla presenza di balli coreografici e, addirittura, di un mago!

Quando l’esibizione termina rimango con quella piacevole sensazione di soddisfazione che generalmente mi assale quando sono consapevole di aver appena visto un grande concerto, il resto è storia di un ordinario Sabato sera…se non fosse che, durante il ritorno a casa, la polizia stradale per l’ennesima volta mi ferma per sottopormi all’etilometro…sto iniziando a pensare che sia una persecuzione!

A questo punto non mi resta che ringraziare Meg e il suo gruppo per la bella serata…
ci si rivedrà sicuramente in futuro.