Twitter Profile
salta alla navigazione

Game over 2 febbraio 2008

Inviato da LukePet in : Poesia, Verba Volant , trackback

GAME OVER

Dentro una storia destinata a morire,
consumata tra odori di malinconici misteri.
Con lo sguardo ti continuo ancora a salutare
per farti capire che non c’è più niente da dire.

Tazze di caffé ancora da esaurire
per rimanere sveglio e capire come eri.
Condizioni causa-effetto ancora da incastrare
e per un momento la sensazione della vita percepire.

E fotografa il mio dito che ti dice dove andare,
forse non ci credi ma te lo puoi anche meritare.
Ti scuote la freddezza che mi porto dentro amore,
forse non ci credi ma hai chiuso con il sole.

Scavalcando il tuo sorriso
ho svelato che io morivo,
mentre mostravi il tuo buon viso
per un gioco sempre più cattivo.

Non sperare che io reagisca,
non abboccherò alla rabbia come esca.
Arriva lo schiaffo che ora senti e non ammetti
e così che ti lascio marcire in tutti i tuoi difetti.

Gesti, sguardi e piccole parole.
Odio, gelo ed un addio scritto senza cuore.

  • Capito qui per caso e resto incantata dalla tua poesia…
    il dolore macinato in granuli d’indifferenza, dove regna sovrana l’impotenza del non saper che fare per mutare circostanze e situazioni, per mutare le gelide intenzioni di chi sta andando via, per sempre, via dal cuore..
    Ma pure l’odio è gelido fratello dell’amore e quando esiste non è un caso, e neppure una combinazione…

  • I commenti alle poesie sono molto rari e per questo decisamente apprezzati. Grazie per l’interessamento, fa molto piacere.

    Torna a far visita al blog quando vuoi.