Twitter Profile
salta alla navigazione

Linux, Windows e le installazioni via USB 23 novembre 2010

Inviato da LukePet in : Chicche, Informatica, Linux, Software, Soluzioni, Windows , aggiungi un commento

Piccolo promemoria.

Capita a volte di fare assistenze ad amici con il PC impossibilitato nel leggere cd/dvd…vuoi perché il lettore è stato messo ko in seguito ad uno scatto di nervosismo (è successo anche questo), vuoi perché il lettore non ne vuole sapere di leggere alcuni supporti, vuoi perché essendo un netbook non ce l’ha proprio.

Ecco, in questi casi, per affrontare una bella formattazione o tentare insperati recuperi dati, riuscire a fare il boot del sistema operativo (Windows o Linux che sia) per accedere alla console di ripristino o per reinstallare il sistema operativo, sarebbe cosa assai gradita.

Non rimane quindi che affidarci alla cara porta USB.

Che il boot per l’installazione del sistema operativo si possa fare via USB non è di certo una novità, ma volevo giusto appuntare in questo post un paio di link a dei tools che possono tornare utili in queste situazioni. Eccoli:

  • Windows 7
    http://store.microsoft.com/help/iso-tool
    Tool che consente di riversare l’immagine ISO del dvd di installazione di Windows 7 direttamente su una pendrive…testato recentemente e ben funzionante; unica precauzione: serve una penna USB con capacità maggiore di 4GB
  • Linux
    http://unetbootin.sourceforge.net
    Stessa identica cosa ma per le distribuzioni Linux, selezionate l’ISO, selezionate l’unità della vostra pennetta USB e via

A futura memoria.

Memorizzare la posizione delle icone sul Desktop 6 ottobre 2009

Inviato da LukePet in : Chicche, Informatica, Prodotti, Software, Soluzioni, Windows , 1 commento finora

Chicca volante.

Probabilmente questa utility la trovate recensita in molti altri blog ma, visto che in questi giorni si è dimostrata un vero toccasana per combattere le mie “noie da pc”, la metto in evidenza anche qui.

In pratica per alcuni motivi (che non sto qui a spiegarvi) ultimamente mi capita di utilizzare la mia postazione di lavoro in desktop remoto da altre macchine…i vari cambi di risoluzione a cui sottopongo di volta in volta il desktop finisco sempre per incasinarmi tutte le icone che minuziosamente e con molto amore avevo disposto.

Una volta…ok. Seconda volta…e vabbè, lasciamo passare. Terza volta…adesso basta!

Stanco di questo fastidioso inconveniente mi sono messo rapidamente alla ricerca di una utility che mi venisse in soccorso…ed ho trovato un fedele alleato in DesktopOK.

DesktopOK

Niente di più banale…si tratta di un semplicissimo e leggero programmino che consente agevolmente di salvare le posizioni delle icone, per poi ripristinarle quando ce ne sarà bisogno.

Efficiente ed efficace, se mai vi servisse lo trovate a questo indirizzo: http://www.softwareok.com/?seite=Software/DesktopOK.

Problemi con le pooled connections? Ecco come monitorare SQL Server 31 marzo 2009

Inviato da LukePet in : Chicche, Guide, Informatica, Software, Soluzioni, Sviluppo, Web, Windows , aggiungi un commento

Un paio di settimane fa ho avuto un problema con un’applicazione ASP.NET, ma poi ricercando per la rete e consultandomi con qualche voce esperta sono riuscito a trovare un modo per affrontare e risolvere la questione. Visto che le informazioni che ho raccolto potrebbero tornare utili ad altri, le metto per iscritto sul blog.

Dunque, avevo un sito montato su IIS (su un virtual server con sistema operativo Windows Server 2003)…gli utenti che lo utilizzavano, dopo un pò di attività, si imbattevano in un “Server Error” dal seguente messaggio:

Timeout expired. The timeout period elapsed prior to obtaining a connection from the pool.
This may have occurred because all pooled connections were in use and max pool size was reached.

Dal messaggio si capiva che c’era qualche problema con le connessioni al database gestite all’interno dell’applicazione; visto che l’architettura software non era poi così banale avevo la necessità di monitorare le chiamate al db in modo da individuare la pagina responsabile del malfunzionamento…ed è qui che ho scoperto la straordinaria utilità del monitor delle prestazioni di Windows! Grazie a lui infatti sono riuscito a capire cosa non andava nel programma ed ho riparato il tutto.

perfmon
Il monitor delle prestazioni consente infatti di tenere sotto controllo una serie di contatori che il framework espone, tra questi ce ne sono alcuni che riguardano le connessioni. Ecco come fare per monitorarli:
Continua a leggere…

Crash di explorer.exe…il giorno grigio di BitDefender! 10 dicembre 2008

Inviato da LukePet in : Chicche, Informatica, Internet, Prodotti, Software, Soluzioni, Web, Windows , 6 commenti

Qualche tempo fa Punto Informatico ha pubblicato un articolo dal titolo “Il Giorno Nero di AVG” in cui si parlava del grave problema che l’antivirus aveva dato a molti utenti a causa di un maledetto aggiornamento…ho preso in prestito quel titolo, riadattandolo un pò, per segnalarvi ciò che mi è successo tra ieri ed oggi con il mio antivirus BitDefender. Ora vi spiego.

BitDefender Internet Security 2009 ed il mio Vista 64bit non sembrano proprio andare d’accordo. Un mese fa vi parlai del problema che avevo avuto (poi risolto) con l’accesso ad alcuni siti (chicche-inspiegabile-pagina-bianca-dopo-il-login-forse-e-questa-la-possibile-soluzione), oggi invece vi parlo di ciò che mi è successo tutto d’un tratto ieri nel bel mezzo di una serena serata.

Per dirla in breve. Vista ha iniziato a dare di matto! Se selezionavo icone, file o cartelle non riuscivo in alcun modo ad aprire il menu contestuale…il processo explorer.exe andava immediatamente in crash e si riavviava. Ma non solo, non riuscivo neanche ad eliminare, copiare o tagliare i file…anche utilizzando i comandi rapidi ctrl+c, ctrl+x, canc, etc. Insomma il sistema era diventato quasi inutilizzabile.

Poi ho fatto qualche ricerca, scritto su un paio di forum ed infine, grazie ad un suggerimento ricevuto, ho provato a disinstallare BitDefender per vedere se poteva essere lui la causa di tutto il disagio…manco a dirlo, era colpa sua.

Ora sento di dover dedicare due righe al mio amato antivirus…

Non ci siamo caro Bit, mi stai deludendo in questa nuova versione 2009…comunque, ora dopo averti reinstallato sembra tutto ok. Staremo a vedere cosa ci riserva il futuro…fatto sta che il nostro rapporto è in crisi…e pensare che ti ho voluto tanto bene fino ad oggi. Ora ti dò una seconda possibilità, se sgarri è finita!

Vabbè, basta così…lasciatemi solo con il mio dolore per un rapporto incrinato.

Se qualcuno di voi si trovasse nella mia stessa situazione ora sa quale potrebbe essere la possibile causa.

Installare Windows XP su una partizione in cui è gia installato Windows Vista…è stata dura ma alla fine ce l’ho fatta! 1 dicembre 2008

Inviato da LukePet in : Chicche, Guide, Informatica, Periferiche, Prodotti, Software, Soluzioni, Windows , 3 commenti

Qualche settimana fa ho avuto l’esigenza di installare Windows XP sul mio nuovo PC, nella stessa partizione in cui era già installato Windows Vista…la cosa, apparentemente banale, si è rivelata più ardua del previsto. Girovagando tra i forum ho visto che non sono l’unico ad aver avuto qualche problemino con questo tipo di operazione; ora vi riporto per bene tutto ciò che ho fatto per raggiungere l’obiettivo.

Dunque, avevo due partizioni a disposizione è volevo installare XP recuperando spazio dalla partizione su cui è installato Vista, lasciando l’altra partizione completamente a disposizione dei vari dati…e fin qui siamo. Vista integra già di suo un gestore delle partizioni così ho pensato “Niente di più facile!”…sono andato in “Pannello di controllo -> Strumenti di amministrazione -> Gestione computer -> Archiviazione -> Gestione disco”, da qui ho selezionato la partizione che mi interessava è ho cliccato sulla voce “Riduci volume…”. E qui è arrivata la sorpresina…di ben 300Gb liberi ne potevo recuperare solo 40!!

Mi sono messo così alla ricerca delle possibili cause…ho deframmentato il disco, disabilitato il ripristino della configurazione di sistema, disabilitato l’ibernazione e disabilitato il file di paging (vi basta andare su “Pannello di Controllo -> Sistema -> Impostazioni di sistema avanzate” per smanettare un pò con le varie impostazioni). Dopo essermi cimentato con tutte queste operazioni ho provato a ridurre nuovamente il volume della partizione…niente, ho solo recuperato pochi altri giga, niente di più.

Alle fine leggendo qua e là ho capito che bisognava deframmentare il disco con qualche programma ad hoc… (altro…)

Ecco la risposta alla domanda di due giorni fa…è stato AVG! 12 novembre 2008

Inviato da LukePet in : Chiacchiere, Informatica, Prodotti, Software, Soluzioni, Windows , aggiungi un commento

Due giorni fa ho scritto questo post: chiacchiere-quando-un-problema-di-windows-ti-fa-fare-il-picco-di-visite. Nell’articolo cercavo di trovare una spiegazione all’improvviso picco di visite che avevo avuto Domenica scorsa sul blog…oggi ho avuto la risposta.

Ora ve la faccio leggere, eccola: il-giorno-nero-di-avg-antivirus.

A quanto pare l’antivirus AVG tre giorni fa ha rilasciato un aggiornamento che ha combinato un bel pò di casini nei PC di molti utenti. Io avevo erroneamente sospettato che la causa fosse da attribuire ad un aggiornameto di Windows…ma questa volta Microsoft non c’entra niente.

Purtroppo molti degli utenti che sono passati di qua non hanno trovato ciò che cercavano…spero per loro che siano riusciti a risolvere.

Se vi può consolare AVG ha ufficialmente posto le scuse a tutti: avg-si-scusa-con-gli-utenti.

Io nel PC dell’azienda in cui lavoro ho proprio AVG come antivirus, ma fortunatamente non ho avuto alcun tipo di problema; evidentemente il Lunedì successivo il problema era già risolto.

E’ proprio vero…di Domenica è meglio non lavorare!

Inspiegabile pagina bianca dopo il login? Forse è questa la possibile soluzione… 4 novembre 2008

Inviato da LukePet in : Chicche, Guide, Informatica, Internet, Prodotti, Soluzioni, Web , 1 commento finora

Ieri, come di consueto, mi stavo accingendo ben bello a visitare il sito sviluppato e curato dal mio amico-nemico discepolo-maestro. Di che sito parlo? Di Nerto.it. Cos’è Nerto? Per ulteriori informazioni potete rileggere questo vecchio post: chicche-cose-nerto. Ma non è questo il punto.

Il punto è che non appena ho cliccato per eseguire il login al sito mi si è presentata una simpatica pagina bianca che mi ha impedito di accedere e conseguentemente ha reso inaccessibile tutte le altre pagine. Andiamo bene.

Mi trovato su Firefox e così nel dubbio ho provato a fare la stessa operazione con Internet Explorer…niente da fare: “Impossibile accedere alla pagina”.

Per prima cosa ho chiesto al discepolo se anche lui avesse riscontrato questo tipo di problema…ma mi ha confermato che tutto sul sito funzionava regolarmente. Così ho iniziato un’intensa ricerca su Google per trovare qualche discussione che potesse essermi utile…dopo aver sviscerato quasi tutta la rete sono finalmente giunto al cospetto di un thread liberatorio. Questo: http://support.mozilla.com/tiki-view_forum_thread.php?…Id=180417.

Quale era la causa di questo strano comportamento? BitDefender! (l’antivirus). Che non so per quale motivo non mi consentiva di accedere al sito.

Se avete anche voi questo tipo di problema e avete installato sul vostro pc la suite BitDefender questa soluzione potrebbe ritornarvi utile. Riporto (in italiano) i passi che bisogna compiere per sbloccare la situazione: (altro…)

Ecco il mio nuovo PC…la potenza di calcolo mi sta gasando 10 ottobre 2008

Inviato da LukePet in : Acquistoni, Informatica, Periferiche, Prodotti, Recensioni, Tecnologia , 7 commenti

Questo post è dedicato a tutti coloro che passano intere ore davanti a siti come Hardware Upgrade o Tom’s Hardware…insomma a chi rimane a bocca aperta nel vedere componenti elettronici di ultima generazione.

Un paio di anni fa avevo comprato un personal computer piuttosto low-cost acquistando tutti i pezzi alla fiera dell’elettronica di Rimini…e fin qui tutto ok. Ma il destino ha voluto che il pc che aveva in dotazione mio padre (roba del primo dopo guerra credo) tirasse le cuoia in quest’ultima estate.
Morale della favola: il mio bel pc low-cost è diventato sua proprietà ed io ho repentinamente colto l’occasione per rifarmene uno nuovo di zecca. E visto che adesso ho un abbozzo di lavoro che ogni mese porta nelle mie tasche qualche piccola entrata ho deciso di investire in una macchina che mi facesse apprezzare al meglio le elevate prestazioni di un computer con gli adeguati attributi. Insomma, ho voluto fare un pò il porco.

Innanzitutto un doveroso ringraziamento va a MicheleOvernet che, come sempre, in queste occasioni segue diligentemente tutta l’operazione, nonchè si occupa delle fasi di assemblaggio. Tutti i componenti sono stati acquistati sotto attenta analisi…eccoli qui:

Tranquilli, se li vedete doppi non è perchè siete ubriachi ma perchè, come è oramai tradizione, ho acquistato il computer insieme al mio amico-mezzosocio-compagnoditesi Epi…praticamente abbiamo assemblato due PC fotocopia.

Comunque, nel dettaglio, come potete vedere abbiamo:

  • Una scheda madre Gigabyte 775 GA-EP45-DS3P
  • Un alimentatore LC-Power Hyperion LC8700 700W
  • Un processore Intel Quad Core Q9400
  • 4 moduli da 2GB di Memorie Ram DDR2 Corsair Dominator a 1066Mhz
  • 2 Hard disk da 500GB Western Digital GreenPower (che saranno messi in RAID 0)
  • Una scheda video Sapphire ATI Radeon HD 4850 512Mb
  • Un Masterizzatore DVD LG H20

Il tutto verrà assemblato all’interno di un case NZXT Lexa Blackline (http://www.nzxt.com/products/lexa_blackline/) che forse non è il massimo della praticità…ma di sicuro è un gran bel case; avevo la fissa delle luci verdi ed il Lexa mi ha accontentato.

Ecco una piccola documentazione fotografica che mostra l’attività di montaggio: (altro…)

Bisogno di un Installer? Provate con Inno Setup 19 settembre 2008

Inviato da LukePet in : Chicche, Informatica, Prodotti, Software, Soluzioni, Sviluppo, Windows , aggiungi un commento

In questi giorni a lavoro avevo l’esigenza di sviluppare dei pacchetti da distribuire per aggiornare un applicativo che ho implementato. L’azienda per cui attualmente lavoro sviluppa in Microsoft .NET (chiaramente stiamo parlando di ambiente Windows); dovevo quindi individuare uno strumento in grado di supportare l’update dei programmi installati sulle macchine dei clienti.

Inizialmente ho testato la distribuzione ClickOnce per capire se potesse essere sfruttata…ma per alcune questioni tecniche, che non sto qui a spiegarvi, mi sono reso conto che non era adatta al mio caso. Così ho deciso di appoggiarmi ai classici e sempre ben voluti installer.

Ho testato quindi diversi tool per la generazione di installer…a partire da quello di Visual Studio passando per le varie utility disponibili in rete.

Tra tutti i prodotti testati quello che mi ha colpito maggiormente è stato Inno Setup.

Si tratta di uno dei più diffusi programmi per la creazione di setup personalizzati…intuitivo, flessibile e free, appena l’ho provato ho capito che faceva chiaramente al mio caso. Con Inno Setup è possibile configurare degli script ad hoc per l’installazione degli applicativi; ogni operazione può essere impostata secondo le proprie esigenze impostando degli specifici flag di controllo. Seguendo la dettagliata guida fornita con il programma avrete un ottimo supporto nella creazione dei vostri script.

Grazie ad Inno Setup sono riuscito a creare un pacchetto che, oltre a copiare i file aggiornati nella directory dell’applicativo, mi consente di applicare degli script sql per l’aggiornamento di una base dati. Ora vi spiego come ho fatto…magari può tornare utile a qualcuno. (altro…)