Twitter Profile
salta alla navigazione

Concerto Muse @ Roma (6 Luglio 2013) 11 luglio 2013

Inviato da LukePet in : Artisti, Concerti, Musica, Recensioni, Suoni , 1 commento finora

In vita mia di concerti ne ho visti un bel po’…nei club, nelle piazze, nei parchi, nei palazzetti, nei teatri…ma gli stadi ancora mi mancavano; probabilmente perché i miei gusti si sono sempre tenuti un po’ a distanza dalla cosiddetta zona “mainstream”, cercando di privilegiare le realtà musicali meno “popolari”…e quindi le grandi arene non sono mai state proprio a portata di mano. Ma se c’è un gruppo che mi è sempre piaciuto (e leggendo le pagine di questo blog lo si può facilmente capire) e che oramai riempie stadi ad ogni data, beh quelli sono i MuseSabato scorso hanno suonato allo Stadio Olimpico di Roma…io ci sono stato e questo è il resoconto della giornata (e del mio primo concerto visto in uno stadio).

Quando si ha a che fare con un evento così grande di positivo c’è che sicuramente non mancano le trasferte organizzate per andarci…per il viaggio verso Roma quindi ci si affida ad un comodo bus che ci porterà diretti allo stadio, per poi riportarci a casa a fine concerto. La trasferta inizia ufficialmente intorno alle 11 di Sabato mattina, il suolo romano verrà toccato circa 4 ore dopo, nel primo pomeriggio.

Raggiunta l’area di ingresso allo stadio, la prima cosa che notiamo è la lunghissima fila di gente che attende l’apertura dei cancelli, dopotutto la data è sold-out e ci sarà sicuramente battaglia per la conquista delle prime file; noi non ci preoccupiamo, anche perché abbiamo i posti in curva…che dal punto di vista della visuale non sono proprio il massimo (anzi diciamo pure che fanno cagare) però, per lo meno, ti consentono di prendertela comoda prima di entrare…niente non è.

Muse @ Roma - Stadio Olimpico

(fonte: www.flickr.com/photos/pollosky/9248839363/)

Vista la portata dell’evento immancabile è la massiccia presenza dei bagarini e del merchandise tassativamente tarocco che viene offerto ad ogni anima passante…noi gentilmente decliniamo ed iniziamo ad aggirarci intorno allo stadio…abbiamo parecchio da aspettare e quindi la prima missione del pomeriggio diventa quella di trovare una qualsiasi cosa che assomigli anche solo minimamente ad una panca…una scalinata di marmo è andata più che bene.

E poi succede quello che proprio non ti aspetti… Continua a leggere…

Canzoni del momento #103 13 gennaio 2013

Inviato da LukePet in : Artisti, Canzoni, Musica, Recensioni, Rubriche, Suoni , aggiungi un commento

Noel Gallagher’s High Flying Birds – Everybody’s On The Run
perché penso che questo da quando sta da solo fa le cose meglio di quando stava con quell’altro
Zucchero – L’urlo
perché mi è tornata in auge nell’ultimo disco di Sugar e adesso me la sento una volta al giorno
Lo Stato Sociale – Cromosomi
perché piantare in asso il male di vivere è una cosa che vorremmo fare un po’ tutti
Muse – Panic Station
perché ascoltarla e stare fermo è una cosa che proprio non riesco a fare
Ludovico Einaudi – Una Mattina
perché più che una canzone, è un’emozione trascritta su un pentagramma

Buon ascolto.

Live Groova #007 – “Muse” 19 gennaio 2012

Inviato da LukePet in : Artisti, Canzoni, Concerti, Multimedia, Musica, Rubriche, Suoni , aggiungi un commento

Ecco…questo è il video che, qualche anno fa, mi fece perdere completamente la testa per i Muse; dopo averlo visto fui investito da una fissa di quelle grosse…per intenderci, quelle fisse per le quali ti compri tutti i cd/dvd originali ed ascolti in rotazione continua sempre gli stessi pezzi. Praticamente una cotta (musicalmente parlando)…che ci volete fare, non ho saputo resistere alla cassa in risonanza ed al riffazzo finale!
Immagine anteprima YouTube

[ Muse - Stockholm Syndrome / Live @ Rock AM Ring 2004 ]
(fonte: www.youtube.com/user/ap4ISU)

Un regalo a suon di Muse 24 dicembre 2010

Inviato da LukePet in : Artisti, Concerti, Multimedia, Musica, Suoni , aggiungi un commento

Cioè…sta roba è bellissima.

Per scoprire di che parlo basta cliccare sull’immagine…io oramai sono andato.

Concerto Muse @ Bologna (21 Novembre 2009) 24 novembre 2009

Inviato da LukePet in : Artisti, Concerti, Musica, Recensioni, Suoni , 1 commento finora

Come ho comunicato in precedenza Sabato scorso sono stato a Bologna a godermi i Muse dal vivo. Si percepiva che l’evento era atteso da molti…nuovo album, nuove canzoni, nuovo tour, nuova scenografia…insomma gli ingredienti per un grande show c’erano tutti. E così è stato.

Muse @ Bologna

(fonte: http://www.flickr.com/photos/franfiorini/4124480510)

La trasferta “concertara” inizia ufficialmente alle 15, nel preciso istante in cui poso il mio bel fondo schiena al posto di comando della mia Multipla e parto in direzione Bologna. A questo giro gran parte del viaggio di andata lo faccio da solo, il fedele compagno con cui mi godrò il concerto entrerà in scena solo nei pressi di Cesena. Quindi per 150Km abbondanti sono solo io, la mia multipla e la mia musica…una migliore situazione di preparazione alla serata non poteva esserci.

Verso le 17 sono a Cesena. Piccolo pit-stop, carico il Fiosk e si riparte. Il viaggio verso Casalecchio Di Reno scorre liscio fino a circa 3 chilometri dall’arrivo, dove ci imbattiamo nell’inevitabile coda che porta al Futurshow Station. Tre lunghi chilometri percorsi a passo di lumaca e che mandano in frantumi i piani inizialmente previsti per la cena.

Finalmente ce la facciamo e, dopo aver pagato la bellezza di 7 (si si, ho detto 7!) euro per il parcheggio, riusciamo a schiodarci dai sedili. Una volta scesi, la prima cosa che inevitabilmente notiamo è la massiccia presenza di bagarini che presenziano ogni angolo dell’area antistante al palazzetto, cercando di attirare l’attenzione dei passanti al grido di “compro-vendo-biglietti” (il concerto è sold-out e quindi ogni biglietto disponibile si trasforma in un bene assai prezioso).

Manca circa una mezzoretta prima dell’inizio del live (previsto per le 20:30) Continua a leggere…

Road to Bologna “sinfonica” 21 novembre 2009

Inviato da LukePet in : Chiacchiere, Comunicazioni , aggiungi un commento

Arriva un nuovo concerto…e questa volta è di quelli grossi.

Stasera alle 20:30 a Bologna, i Muse saliranno sul palco.

Io ci sarò…e chiaramente non mancherò di lasciare il mio bel resoconto tra le pagine di questo blog.

Stay tuned.

Quando musica ed immagini si fondono in una sola cosa 16 ottobre 2009

Inviato da LukePet in : Artisti, Canzoni, Multimedia, Musica, Suoni , 1 commento finora

Ho visto questo video spulciando le tante segnalazioni che arrivano dai miei amici su Facebook e ne sono rimasto immediatamente colpito…l’ho quindi condiviso ed ora lo pubblico anche qui sul blog perchè merita veramente tanto.

Si tratta di un montaggio di immagini su quel capolavoro di sinfonia (targata Muse) che risponde al nome di “Exogenesis”; per la precisione la terza parte, “Redemption”. Su YouTube è possibile visionare questo estasiante video, in cui la musica è accompagnata da una serie di contributi video che colpiscono dritti al cuore e ti fanno capire quanto sia bello, incantevole e complesso quell’insieme di esistenze che noi chiamiamo “terra”.

Faccio i miei più caldi complimenti a chi ha realizzato questa cosa perchè è veramente bellissima.

Immagine anteprima YouTube

(fonte: http://www.youtube.com/user/Erato1379)

Buona visione.

Le 3 Canzoni Della Settimana #077 24 settembre 2009

Inviato da LukePet in : Artisti, Canzoni, Musica, Recensioni, Suoni , aggiungi un commento

Grandi artisti internazionali e recenti produzioni da analizzare…queste sono le canzoni di questa settimana:

1) Muse – Exogenesis

“The Resistence” è un album talmente “aperto” che diventa difficile anche giudicarlo…a momenti pensi che forse i Bellamy & Co. abbiano esagerato nel permettersi tutte le divagazioni compositive che caratterizzano i brani, ma poi riascolti lo stesso pezzo due o tre volte, lo assorbi ed inizi a cogliere tutte le articolate sfumature. L’album si chiude con una vera e propria sinfonia dal nome “Exogenesis” ed è a quel punto che ti rendi realmente conto di quanto sia talentuosa la band inglese…la parte 1 della sinfonia è eccezionale (mi ricorda una colonna sonora di un film, ma ancora non riesco ad identificarla)…sta di fatto che tra scale, archi e note di pianoforte arriva un’ondata di brividi che si inietta dentro al corpo…fenomenale. [ « on last.fm ]

2) Arctic Monkeys – Potion Approaching

Altro disco di fresca uscita, altra band bella tosta, altro pezzo da sottolineare. Nonostante “Humbug” non abbia raccolto la valanga di consensi che ci si aspettava, l’album non è sicuramente da stroncare…si tratta di un lavoro più “maturo”, meno esplosivo dei precedenti lavori ma sicuramente ben costruito. “Potion Approaching” è un pezzo costruito sul consueto stile “Arctic”, con riff e giri di basso semplici ed efficaci, ma che porta con se un pizzico di nuove contaminazioni…in alcuni punti, specialmente nello special finale, riecheggiano anche i “The Doors”…un sound che non passa inosservato. [ « on last.fm ]

3) Depeche Mode – Miles Away/The Truth Is

L’uscita è un pò meno recente delle precedenti ma si parla sempre di un album che profuma di “nuovo”. La canzone è estratta direttamente da “Sound Of The Universe”…un brano accattivante dalla ritmica decisa e dalla cupa melodia. Stiamo parlando dei Depeche Mode e quindi il sound non può che essere fresco e rivestito dall’immancabile strato di raffinata elettronica. Non c’è da aggiungere altro…ma solo da ascoltare! [ « on last.fm ]

Buon ascolto.

Le 3 Canzoni Della Settimana #070 19 maggio 2009

Inviato da LukePet in : Artisti, Canzoni, Musica, Recensioni, Rubriche, Suoni , 1 commento finora

Ritorna la voglia di acustica per questo settantesimo volume delle canzoni della settimana…ecco tre perle musicali da intima atmosfera:

1) Foo Fighters – Stranger Things Have Happened

Questa canzone è estratta dall’ultimo album dei Foo Fighters ed è una vera perla. Carica al metronomo, parte il ticchettio e si suona…il sound delle corde pizzicate che accompagna la voce di Dave Grohl per tutta la strofa e poi via con un ritornello di quelli che ti cattura in mezzo secondo. Tra le continue pennate alle corde della chitarra acustica si insedia una linea melodica vincente che rende il pezzo perfetto. Caldamente consigliato. [ « on last.fm ]

2) Muse – Hyper Chondriac Music

Questo pezzo nasce come mutazione della canzone “Hyper Music”, l’arrangiamento iniziale frenetico ed aggressivo viene stravolto…i bpm rallentano, la chitarra acustica entra in gioco ed il pezzo assume tutt’altra forma. Un tappeto sonoro su cui pacatamente si appoggia la voce di Matthew Bellamy, un tono quasi lamentoso accompagnato da delle “ventate di distorsione”; la canzone cresce in una sovrapposizione di sonorità, per poi placare…una gaussiana di emozioni. La adoro. [ « on last.fm ]

3) Red Hot Chili Peppers – Road Trippin’

E qui l’atmosfera diventa nettamente intima…arpeggi di chitarra acustica, un giro di basso, qualche arco e la voce di Anthony Kids, non serve altro per completare l’opera. I Red Hot sono stati bravi anche a ricreare l’atmosfera che si respira nella canzone con le immagini, il videoclip di “Road Trippin'” è un misto di nostalgia, malinconia e serenità. Chiaramente è consigliato sia l’ascolto che la visione. [ « on last.fm ]

Buon ascolto.