Twitter Profile
salta alla navigazione

Aforisma #045 – “Sulle Labbra” 28 Maggio 2009

Inviato da LukePet in : Aforismi, Canzoni, Musica, Rubriche, Verba Volant , aggiungi un commento

Questa rubrica si chiama “Aforismi” ma in realtà ci sta rientrando qualsiasi tipo di citazione…inizialmente erano aforismi, poi sono arrivati anche estratti da pagine di libri e poi estratti da dialoghi di film. In tutto ciò mancava ancora un’altra forma letteraria…quella forse più immediata: i testi delle canzoni. Quindi da oggi, negli “Aforismi” (che non sono solo aforismi!) rientreranno anche estratti da testi di canzoni. Cominciamo subito…

“E come può il mio amore essere limpido
se è la mia nazione che l’inquina
so come un uomo deve decidere
ma ora non so più cosa sentire.”

(tratto dal testo del brano “Sulle Labbra” degli Afterhours)

“Il Paese è Reale” live per Radio2…la vera chicca del festival di Sanremo 20 Febbraio 2009

Inviato da LukePet in : Artisti, Canzoni, Multimedia, Musica, Suoni , 3 commenti

Non ho scritto ancora nessun post riguardo la partecipazione degli Afterhours a Sanremo…visto che in rete già se ne è parlato parecchio. In realtà non ho molto da dire, di certo non li critico per questa scelta…anzi, vedere uno dei miei gruppi preferiti “sfidare” il palcoscenico del festival mi fa anche piacere.

La cosa innegabile è che, in questo paese, Sanremo è una calamita per i media e la scelta di sfruttarlo per promuovere realtà “alternative” è sicuramente da apprezzare.

Detto ciò, secondo me ieri il festival ha vissuto uno dei suoi momenti più emozionanti. Ma non in tv, non sul palco, bensì dietro le quinte.

La cosa si è svolta più o meno così…

Gli Afterhours hanno appena concluso la loro esibizione e Manuel Agnelli viene intervistato a caldo dalla Gialappa’s Band su Radio2 (piccola parentesi: “Rai Dire Sanremo” è una di quelle trasmissioni che seguo da diversi anni con molto piacere); Manuel si presenta con la sua chitarra e su richiesta dei conduttori riesegue “Il Paese è Reale”.

La canzone è già di per se stupenda…ma in quella versione è risultata ancor più emozionante. Sarà per l’esecuzione “grezza” o per la spontaneità del gesto o per la particolare atmosfera trasmessa…ma il momento è stato estremamente toccante. Pelle d’oca.

Se qualcuno si sta rammaricando per esserselo perso può stare tranquillo…il blog arriva in soccorso. Cliccando sul link sottostante è possibile scaricare e riascoltare l’esecuzione.

Afterhours – Il Paese è Reale (Live @ Radio2)

Sinceramente non so neanche se sia “legale” inserire il pezzo in download così spudoratamente…ma non credo proprio che qualcuno se la prenderà. Tutti hanno il diritto di ascoltare della buona musica.

Le 3 Canzoni Della Settimana #060 6 Febbraio 2009

Inviato da LukePet in : Artisti, Canzoni, Musica, Recensioni, Rubriche, Suoni , aggiungi un commento

E siamo arrivati a 60 volumi…ecco altri tre brani che portano questo blog a ben 180 canzoni consigliate!

1) Foo Fighters – All My Life

L’intro in palm muting carico di grinta, la strofa sussurrata pronta ad esplodere…e poi il botto. Il basso, la batteria e la seconda chitarra entrano in gioco e il brano arriva a regime. Quando nel 2002 uscì l’album “One By One” il singolo apripista fu proprio “All My Life”…un pezzo riuscitissimo, pieno di energia ed aggressività. Per non parlare del ritornello cantato a squarciagola nel finale…roba da giocarsi le corde vocali nel provare ad imitare Grohl.

2) Primal Scream – I Love To Hurt (You Love To Be Hurt)

La chicca di questa canzone arriva alla terza strofa, quando irrompe sulla scena la voce sensuale di Lovefoxx (CSS) che affianca quella Bobby Gillespie …per il resto il brano è un perfetto esempio di sound dalla forte carica elettronica in cui una melodia accattivante spezza le sonorità artificiali, cavalcando un ritmica determinata e trascinante. Insomma, un gran pezzo…punto e basta!

3) Lou Reed – The Bed

E qui invece stendiamo un soffice tappeto in cui distendersi e lasciare che tutti i muscoli che abbiamo in corpo inizino a rilassarsi. Non a caso la canzone si chiama “The Bed”…e se l’idea di Reed era di esprimere un’atmosfera soffusa e distesa, bè ci è riuscito in pieno. Ascoltare il brano prima di andare a letto potrebbe farvi piombare in un sonno senza precedenti. Se ne avete l’occasione vi consiglio anche di sentire la cover del pezzo fatta dagli Afterhours…senza dubbio di pregevole fattura.

Buon ascolto.

Diamo una sbirciata al nuovo palco degli Afterhours 14 Maggio 2008

Inviato da LukePet in : Artisti, Concerti, Multimedia, Musica, Suoni , 2 commenti

Saranno in tour per tutto il mese di Maggio, io credo che dovrò aspettare il prossimo giro per vederli di nuovo dal vivo. Non ho però resistito dal cercare qualche video su YouTube per assaggiare l’atmosfera del nuovo live e visionare la nuova scenografia alle loro spalle.

Bene, ecco un paio di video che rendono discretamente bene l’idea…questo è l’inizio del concerto (“Naufragio sull’isola del tesoro” + “E’ Solo Febbre“):

http://www.youtube.com/watch?v=h3SoVN6vuo8

e questa è invece “Bye Bye Bombay” (sentitissima dal pubblico come sempre): (altro…)

Le 3 Canzoni Della Settimana #043 3 Maggio 2008

Inviato da LukePet in : Artisti, Canzoni, Musica, Recensioni, Rubriche, Suoni , 2 commenti

Tre fresche produzioni 100% italiane per questo quarantatreesimo volume de “Le 3 Canzoni Della Settimana”, eccole:

1) Meg – Distante

Dolce ed affascinante elettronica per questa nuova canzone di Meg, per non parlare poi della sua voce, da svenimento. Un pezzo originale, coinvolgente, ammaliante…insomma praticamente riuscitissimo. Anche il videoclip che accompagna il brano di certo non è da meno…semplice, colorato, efficace…
ecco il link per visionarlo: http://www.youtube.com/watch?v=LiCcxLNGb4w

2) Afterhours – Neppure Carne Da Cannone Per Dio

Direttamente dal loro nuovissimo album “I Milanesi Ammazzano Il Sabato” ecco arrivare un bel pezzo energico, veloce e trascinante. E’ una chitarra elettrica a dettare il ritmo mentre il testo irriverente e pungente cavalca le note…se vi piacciono gli After questa canzone di certo non vi deluderà.

3) Baustelle – Il Liberismo Ha I Giorni Contati

Questa canzone è un’ulteriore prova della riuscita del loro ultimo album “Amen”. Melodia che cattura l’ascolto, sound che si fa apprezzare alla grande, stile inconfondibile…questi sono i Baustelle. Una realtà della musica italiana che di certo non ha più bisogno di presentazioni…bravi, proprio bravi.

Buon ascolto.

Afterhours…"Riprendere Berlino", il videoclip 23 Aprile 2008

Inviato da LukePet in : Artisti, Canzoni, Multimedia, Musica, Suoni, Web , 1 commento finora

Qualche post fa vi ho annunciato l’uscita del nuovo singolo degli Afterhours “Riprendere Berlino”, oggi vi segnalo l’uscita del videoclip. Eccolo:

Buona visione.

P.S: Scusate la brevità, ma in questi giorni non ho neanche il tempo di respirare.

Afterhours…il 18 Aprile arriva "Riprendere Berlino" 15 Aprile 2008

Inviato da LukePet in : Artisti, Canzoni, Musica, Suoni , aggiungi un commento

Ho appena letto dal mySpace della band questa notizia, ve la riporto anche qui:

Dal 18 Aprile sarà possibile ascoltare in radio il nostro nuovo singolo, “Riprendere Berlino” tratto dal nuovo album “I Milanesi ammazzano il sabato”, in uscita il 2 Maggio su etichetta Universal.
Un disco schizofrenico e avventuroso, che riprende la voglia di sperimentare e giocare.
Un album ricco di collaborazioni eccellenti: Stef Kamil Carlens (dEus, Zita Swoon), Greg Dulli (Twilight Singers, Gutter Twins), Cesare Malfatti (La Crus, Amour Fou), Brian Ritchie (Violent Femmes), John Parish (musicista e coproduttore di parte dell’album, già produttore di PJ Harvey).

“Riprendere Berlino” parla del riconquistare una cosa che si è perduta e che ha o ha avuto un significato fondamentale per chi l’ha persa.
E’ un luogo fisico o della memoria come una città o un amore o una persona, ma anche una sensazione, un atteggiamento, come avere il coraggio di essere se stessi fino in fondo e di recuperare quella sincerità, quella leggerezza e quell’orgoglio di sé che ci permetta di non farci più del male.

Il video, girato in una città europea, sarà visibile dal 21 Aprile su tutte le emittenti televisive e sul web. Una storia, non un videoclip. Riprendere come riconquista della musica, una semplice registrazione della performance della band, come si faceva alla fine degli anni 60.

Un viaggio nella memoria.

Il terreno sterile è quello privo di qualsiasi forma di vita: generalmente viene sterilizzato portandolo ad alta temperatura.

per maggiori info buttate un occhio qui: http://www.myspace.com/weareafterhours.

Sessioni ricreative e un tuffo in lavatrice 3 Aprile 2008

Inviato da LukePet in : Artisti, Canzoni, Multimedia, Musica, Recensioni, Suoni , aggiungi un commento

Me ne esco dal lavoro, passo in edicola e compro XL di Aprile.
Allegato c’è un cd degli Afterhours.
Una sorta di demo. Un piccolo assaggio. Una sperimentazione.

Torno a casa, lo metto nello stereo e vengo catturato da…
“Pochi istanti nella lavatrice”!
Canzone energica e delirante…ricorda molto gli After di “Hai paura del buio?”, ve ne consiglio caldamente l’ascolto.

E poi scopro che c’è anche un videoclip del brano…eccolo:

Il nuovo lavoro promette decisamente bene.

Per maggiori informazioni vi rimando alla pagina myspace della band: http://www.myspace.com/weareafterhours.

Afterhours + Bugo…è tempo di ritorni! 12 Marzo 2008

Inviato da LukePet in : Artisti, Canzoni, Multimedia, Musica, Suoni , 2 commenti

Bene bene, very very good news…i prossimi mesi vedranno la pubblicazione di due nuovi album da me molto attesi. Parlo del nuovo lavoro degli Afterhours e del nuovo lavoro di Bugo; da poco tempo sono usciti i singoli che anticipano l’uscita dei loro lavori. Naturalmente, e con piacere, ve ne propongo l’ascolto e la visione dei rispettivi videoclip.

Questa è “E’ solo febbre” degli After…

e questa invece è “C’è crisi” del Bugatti… (altro…)