Twitter Profile
salta alla navigazione

Clip del mese #016 (Febbraio 2009) – Depeche Mode 28 febbraio 2009

Inviato da LukePet in : Artisti, Canzoni, Multimedia, Musica, Rubriche, Suoni , aggiungi un commento

Un clip del mese in tutti i sensi, uscito pochi giorni fa. Sto parlando del video di “Wrong”, il singolo che anticipa l’uscita dell’ultimo lavoro dei Depeche Mode. Il clip, come in molti già hanno notato, richiama le atmosfere ed il soggetto di video come “Karma Police” dei Radiohead e Rabbit In Your Headlights di Unkle…il tutto visto con una diversa chiave di lettura. Sta di fatto che il clip è riuscito decisamente bene e sposa benissimo le sonorità del brano…eccolo:

http://www.youtube.com/watch?v=5bsXOcK9_Cw
[ Depeche Mode – Wrong / Director: Patrick Daughters ]
(fonte: http://www.youtube.com/user/dmdotcom)

Buona visione.

Le 3 Canzoni Della Settimana #062 27 febbraio 2009

Inviato da LukePet in : Artisti, Canzoni, Musica, Recensioni, Rubriche, Suoni , aggiungi un commento

Canzoni della settimana. Volume n.62. Eccole qua.

1) Grinderman – No Pussy Blues

Ero convinto di aver già segnalato questa canzone…ma dando un’occhiata a tutti i volumi passati mi sono reso conto che non è così. Rimediamo subito. “No Pussy Blues” è un pezzo veramente tosto…isterico, inquietante e “cattivo”. Una linea di basso ruvida in cui irrompe la solida voce di Nick Cave. E poi c’è il testo, che non lascia spazio ad interpretazioni…tradotto recita più o meno così: “Lei non voleva / ho il blues del senza figa / ho il blues del senza figa / Già, dannazione!” [ « on last.fm ]

2) Wolfmother – Joker & The Thief

La canzone parte con un loop di chitarra che fa molto “sequencer”, ma poi il tutto si apre assumendo dei connotati più rock. L’attitudine riecheggia molto gli anni settanta ma l’innesto di sonorità più moderne rende il brano fresco ed originale. Melodicamente trascinante e energicamente efficace. Un gran bel pezzo. [ « on last.fm ]

3) Il Teatro Degli Orrori – La Canzone Di Tom

Lasciamo l’area internazionale e ritorniamo in Italia. “Il Teatro Degli Orrori” è senza dubbio una delle realtà più interessanti del flusso sotterraneo della musica italiana. Questo pezzo unisce una gran melodia ad un tessuto sonoro di grande impatto. Le parole, inizialmente accompagnate da morbide chitarre, esplodono poi in una sferzata di vigore…il pezzo decolla e si esprime in tutta la sua forza. [ « on last.fm ]

Buon ascolto.

SEO, posizionamenti, indicizzazioni, rank e quant’altro…ecco qualche link carino da provare 26 febbraio 2009

Inviato da LukePet in : Chicche, Curiosità, Informatica, Internet, Siti, Web , 2 commenti

Search engine optimization…ovvero, ottimizzazione per i motori di ricerca…o anche conosciuto come SEO.

Ogni webmaster che si rispetti ha almeno una volta lottato contro le spietate regole di indicizzazione dei motori di ricerca…ritoccare contenuti, layout, titoli, termini…alla ricerca della struttura perfetta per attrarre crawler e guadagnare posizioni di prestigio nel web. Praticamente, una “faticaccia”.

Le regole alla base dei vari motori di ricerca non sono poi così banali. Le variabili che entrano in gioco sono innumerevoli…link, tag, metatag, sitemap, keywords, termini, titoli…sono tutti fattori che rendono il nostro sito web più o meno digeribile agli spider.

Avere un sito ben strutturato è quindi un primo fondamentale requisito da rispettare per essere indicizzati a dovere…poi è chiaro che entrano in gioco altri importanti elementi che rendono più o meno popolare una pagina web. Ad esempio, basti pensare al pagerank di Google per capire quanto siano importanti i link in entrata.

Detto ciò, volevo segnalare qualche collegamento alquanto “carino”, che vi può ritornare utile per fare un check-up del vostro sito web…vediamo un pò:

  • http://www.tuttowebmaster.eu/seo/checkup-sito.php
    (grazie a questo servizio è possibile osservare una stima dell’efficienza del proprio sito dal punto di vista SEO; dalla pagina è possibile avere un riscontro sui tempi di caricamento, sulla correttezza dei link, dei meta tag e sulla keyword density; a corredo di tutto ciò sono anche riportate delle utili linee guida)
  • http://website.grader.com
    (analogamente al precedente, questo servizio analizza la struttura della pagina web e genera un report informativo ben dettagliato sui contenuti e sugli indici associati alla sorgente web; eventualmente riporta anche dei suggerimenti di ottimizzazione)
  • http://www.urlmetrix.com
    (attraverso urlmetrix è possibile controllare in un click la popolarità nel proprio sito nei principali network divulgativi online; il servizio controlla il numero di pagine indicizzate ed i rank rispetto alle principali piattaforme di ricerca)
  • http://it.pageboss.com
    (in pratica pageboss svolge la stessa attività di urlmetrix integrando in più un controllodi validazione del codice e degli stili secondo gli standard del W3C)

Bene, a questo punto se avete voglia di dare una controllatina al vostro sito sapete dove cliccare.

Buon lavoro webmasters.

Aforisma #039 – Elio 24 febbraio 2009

Inviato da LukePet in : Aforismi, Rubriche, Verba Volant , aggiungi un commento

IL LOMBRICO CHE S’INNAMORO’ DELL’ELEFANTESSA
Un giorno nella Savana, un lombrico, che stava mangiando terra umida come sempre, ebbe un intenso scambio di sguardi con un’elefantessa che stava osservando un violento combattimento tra due maschi che se la contendevano.
Il vincitore l’avrebbe posseduta, pensavano.
Ma si sa, tra i due litiganti il terzo gode, e il lombrico quella notte la coprì.
Poi l’elefantessa fuggì turbata, mentre il lombrico tornò dalla moglie ignara.
L’elefantessa si era innamorata di quello sconosciuto, mentre il lombrico non dava importanza a quell’avventura: “Ogni lasciata è persa”, diceva con gli amici,
e tutti giù a ridere, e via che si ubriacavano di terra umida.
Dopo qualche tempo la rivide, ma mentre lei l’aveva dimenticato per non soffrire, lui capì che l’amava, ma mentre cercava di dirglielo venne schiacciato come una polpetta da un ippopotamo che si rotolava nel fango.
Cosa ci insegna tutto questo?
Che l’amore è una cosa meravigliosa,
ma può portare delle conseguenze che magari era meglio se non t’innamoravi.

(tratto da “Fiabe Centimetropolitane” di Elio)

“Il Paese è Reale” live per Radio2…la vera chicca del festival di Sanremo 20 febbraio 2009

Inviato da LukePet in : Artisti, Canzoni, Multimedia, Musica, Suoni , 3 commenti

Non ho scritto ancora nessun post riguardo la partecipazione degli Afterhours a Sanremo…visto che in rete già se ne è parlato parecchio. In realtà non ho molto da dire, di certo non li critico per questa scelta…anzi, vedere uno dei miei gruppi preferiti “sfidare” il palcoscenico del festival mi fa anche piacere.

La cosa innegabile è che, in questo paese, Sanremo è una calamita per i media e la scelta di sfruttarlo per promuovere realtà “alternative” è sicuramente da apprezzare.

Detto ciò, secondo me ieri il festival ha vissuto uno dei suoi momenti più emozionanti. Ma non in tv, non sul palco, bensì dietro le quinte.

La cosa si è svolta più o meno così…

Gli Afterhours hanno appena concluso la loro esibizione e Manuel Agnelli viene intervistato a caldo dalla Gialappa’s Band su Radio2 (piccola parentesi: “Rai Dire Sanremo” è una di quelle trasmissioni che seguo da diversi anni con molto piacere); Manuel si presenta con la sua chitarra e su richiesta dei conduttori riesegue “Il Paese è Reale”.

La canzone è già di per se stupenda…ma in quella versione è risultata ancor più emozionante. Sarà per l’esecuzione “grezza” o per la spontaneità del gesto o per la particolare atmosfera trasmessa…ma il momento è stato estremamente toccante. Pelle d’oca.

Se qualcuno si sta rammaricando per esserselo perso può stare tranquillo…il blog arriva in soccorso. Cliccando sul link sottostante è possibile scaricare e riascoltare l’esecuzione.

Afterhours – Il Paese è Reale (Live @ Radio2)

Sinceramente non so neanche se sia “legale” inserire il pezzo in download così spudoratamente…ma non credo proprio che qualcuno se la prenderà. Tutti hanno il diritto di ascoltare della buona musica.

Scatto del mese #000 (Febbraio 2009) 19 febbraio 2009

Inviato da LukePet in : Chiacchiere, Rubriche , 3 commenti

Flickr rappresenta uno dei miei tanti passatempi. Non sono rare le volte in cui mi metto davanti al PC a spulciare le pagine del portale; utenti pieni di talento che mostrano i loro scatti più belli…e i miei occhi ringraziano di cuore.

Da questa mia piccola abitudine è nata un nuova rubrica che fa il suo esordio proprio con questa prima pubblicazione; ogni mese segnalerò sul blog una delle foto che più mi hanno colpito.

Ora, sarà che questa settimana l’ho vista cadere anche nel mio bel paesino (il che è un fatto piuttosto raro) ma la parola che più mi è frullata nella testa nelle ultime ore è “Neve”…e “Neve” è stata anche la chiave di ricerca che mi ha portato ad esplorare decine di pagine su Flickr alla ricerca di immagini che stregassero il mio sguardo.

Tra tutte le foto visionate ho deciso di segnalare questo bellissimo scatto:


(fonte: http://www.flickr.com/photos/39252865@N00/2164015086 | autore: nikiold)

gran prospettiva, paesaggio incantevole, soggetto brillante…complimenti all’autore.

Muse 2.0…me li sono ritrovati anche su Twitter 18 febbraio 2009

Inviato da LukePet in : Artisti, Internet, Musica, Suoni, Web , aggiungi un commento

Tra tutte le produzioni di cui attendo ansiosamente l’uscita per questo 2009 c’è senza dubbio il nuovo album dei Muse.

Oggi, a stuzzicare la mia “voglia di nuove distorsioni”, è arrivata ben bella la scoperta che il gruppo ha anche un profilo su Twitter…e lì non poteva che partire istintivamente il click su “Follow”. Come se non bastasse mi sono anche imbattuto nella loro twitpic page…da cui ho potuto apprezzare alcuni scatti che ritraggono la band durante le registrazioni dei nuovi pezzi.

Se la cosa vi interessa, ecco il link da spulciare:

Guardando le foto mi è sorto solo un piccolo dubbio…che diavolo è questo?!?!?!?

Muse Stargate!

(fonte: http://twitpic.com/1ccla)

la risposta me l’ha data subito il buon Vega: “Ma come cos’è?!? è lo Stargate!!!”

Vabbè, a parte gli scherzi, l’attesa per questo nuovo album inizia già a lievitare…presto vedremo quali sorprese ci saranno in serbo.

Le 3 Canzoni Della Settimana #061 16 febbraio 2009

Inviato da LukePet in : Artisti, Canzoni, Musica, Recensioni, Rubriche, Suoni , 2 commenti

A questo giro le tre canzoni della settimana sono dedicate a tre indistruttibili pilastri del passato…quando si usava molto mettere il “The” davanti ai nomi. Ecco tre perle che non verranno mai dimenticate…

1) The Beatles – Strawberry Fields Forever

Il contatore dei pezzi dei Beatles segnalati in questa bella rubrichetta è in continua crescita…ma come si fa a non consigliarli, ad ogni rispolvero il fascino dei loro brani mi cattura come se stessi ascoltando una cosa completamente nuova. Con “Strawberry Fields Forever” i Beatles mettono in scena il loro lato più sperimentale, un pezzo pubblicato nel 1967 e decisamente “avanti”, con una struttura anomala contaminata di psichedelia. Un altro esempio (se mai ce ne fosse bisogno) del loro genio. [ « on last.fm ]

2) The Beach Boys – Wouldn’t It Be Nice

L’ho riascoltata l’altra mattina in radio mentre andavo a lavoro ed è stato come se una freccia di Cupido mi avesse trafitto facendomi innamorare del mondo che mi sta intorno…vabbè forse sto esagerando, ma rende l’idea. La cosa più incredibile dei Beach Boys è come siano stati capaci di reinventarsi ad ogni produzione rimanendo sempre fedeli al loro DNA. L’album “Pet Sounds”, da cui è estratta questa canzone, rimarrà scolpito come uno dei migliori album di tutti i tempi. L’ascolto è d’obbligo. [ « on last.fm ]

3) The Animals – House Of The Rising Sun

Eh, nel consigliare un pezzo dei “The Animals” non ho saputo resistere dall’inserire “House Of The Rising Sun”. Il realtà la paternità di questo pezzo non appartiene al gruppo, bensì alla storia delle canzoni folk americane. Quella degli Animals è semplicemente la versione del pezzo più conosciuta…un brano che ha fatto da colonna sonora agli avvenimenti che attraversarono il 68…un pezzo indubbiamente leggendario. Otre che dai “The Animals” questa canzone è stata reinterpretata da molti altri artisti…a partire da Dylan fino ad arrivare ai Muse. Consiglio di assaggiarla in tutte le sue vesti. [ « on last.fm ]

Buon ascolto.

P.S: piccola novità…da oggi, per i brani per i quali sono disponibili, inserirò i link delle pagine dedicate su last.fm.

Creative Zen X-Fi…finalmente tra le mie mani 14 febbraio 2009

Inviato da LukePet in : Acquistoni, Multimedia, Musica, Recensioni, Tecnologia , 9 commenti

Un paio di settimane fa ho ricevuto in dono uno di quegli oggettini tanto carini che la santa tecnologia diffonde sugli scaffali dei negozi di tutto il mondo…trattasi di quell’intreccio di circuiti, memorie e software che risponde al nome di “Lettore MP3”. La mia esperienza con i lettori mp3 ha già dei precedenti…qualche anno fa ricevetti una penna-lettore da 512mb che mi fece definitivamente abbandonare il buon vecchio riproduttore CD portatile, la sfruttai in pieno fino a consumarla definitivamente; ed ora, a distanza di qualche anno, con lo sviluppo tecnologico che ha fatto passi da gigante, mi ritrovo tra le mani un prodotto decisamente più “serio”.

Molti potranno pensare “sarà il classico I-Pod“…e invece no. Una scelta, per così dire, “alternativa” ha lasciato su un angolo casa Apple in favore di casa Creative…ed è così che mi ritrovo ad avere a che fare con uno dei loro ultimi prodotti di punta, lo ZEN X-Fi.

Creative Zen X-Fi

Di questo lettore avevo letto in giro delle opinioni molto positive e dopo averlo utilizzato posso pienamente confermare tutto. In molti lo ritengono uno dei migliori lettori mp3 in circolazione…e devo dire che, secondo il mio modesto parere, tiene assolutamente testa al ben più famigerato I-Pod (considerando che lo Zen è anche economicamente più conveniente).

Ora vi posto le mie opinioni a riguardo. continua a leggere…