Twitter Profile
salta alla navigazione

Concerto Muse @ Firenze (30 Maggio 2007) 31 maggio 2007

Inviato da LukePet in : Artisti, Concerti, Musica, Recensioni, Suoni , trackback

Eccomi qua…reduce dal live dei Muse a Firenze. Ora vi faccio un riassunto della giornata.

Partiamo la mattina per affrontare il viaggio in macchina verso Firenze con calma e per avere il tempo di goderci un pò la città. Dopo circa 3/4 ore di autostrada (compresa una bella pausa in autogrill per il pranzo ed una sosta intermedia a Forlì per ricaricare il metano) arriviamo a Firenze.

Usciamo a Firenze-Certosa e proviamo a fare di nuovo metano per avere un bel pieno per il ritorno ma ci imbattiamo in un operatore piuttosto fiscale che comincia a lamentarsi per la mancanza di un tagliando di certificazione di cui nemmeno sapevo l’esistenza…proviamo a fare qualche trattativa ma niente; tentiamo quindi di trovare un altro distributore di metano ma ci perdiamo un pò per le vie di Firenze…niente da fare…amen…per il ritorno si sfrutteranno le ultime tacche di metano e poi tutta benzina.

Arriviamo in primo pomeriggio sul piazzale Michelangelo, troviamo fortunatamente un buon parcheggio lungo la strada e mentre si sentono i tecnici che fanno il sound-check ci avviamo a piedi verso il centro di Firenze per fare un giro.

Che dire di Firenze? E’ veramente una bella città ed è strapiena di turisti…a Firenze è difficile pure chiedere informazioni perchè la probabilità di trovare gente straniera è altissima (ho provato a chiedere indicazioni beccando quasi tutti inglesi!). Per non parlare degli orientali…lunghissime comitive di giapponesi/cinesi con immancabile fotocamera digitale in mano in giro per le vie, addirittura vedo anche una sposa con gli occhi a mandorla che si fa le foto nei pressi di piazzale Michelangelo!

Vabè…tra una cosa è l’altra è quasi giunta l’ora del concerto e così ritorniamo nel piazzale dove ormai è vivo un bel viavai di gente; per la cena ci affidiamo agli stands gatronomici che circondano l’area, recuparando panini e piadine…ok ci siamo…è il momento di andare.

Entriamo mentre è in piena attività il set del gruppo spalla “Juliette & The Licks“. Finita l’esibizione dei supporters, attendiamo giusto una mezzoretta l’assestamento del palco e poi finalmente ci siamo..ecco i Muse!

Partenza subito carica con Knights Of Cydonia, seguita da Hysteria e Supermassive; il suono è molto buono e la scenografia decisamente bella con schermi che proiettano animazioni miste ad immagini del gruppo sul palco…Bellamy si prensenta in giacchetta rossa con altrettanta chitarra, nuova di zecca, in tinta (che fighetto!). In alcuni momenti c’è qualche difficoltà nel vedere il gruppo sul palco a causa si individui alti tre metri che immancabilmente ci si trova davanti ma per fortuna gli schermi vengono in aiuto. L’esecuzione dei pezzi sembra impeccabile e come sempre è caratterizzata da vecchi e nuovi riff durante la coda dei pezzi. Il pubblico si scalda sopratutto su Time Is Running Out e New Born (stranamente eseguita rallentata di qualche bpm)…la chiusura è affidata al mio pezzo preferito…Stockholm Syndrome! Sui Muse dal vivo non credo ci sia molto da aggiungere…sono bravissimi…si sa.

Per chi fosse curioso l’intera scaletta del concerto è stata questa:

30.05.2007 – Firenze – Piazzale Michelangelo

01. Knights of Cydonia
02. Hysteria
03. Supermassive Black Hole
04. Map of the Problematique
05. Micro Cuts
06. Feeling Good
07. Sunburn
08. Invincible
09. Starlight
10. Man of Mystery
11. Time Is Running Out
12. New Born

13. Blackout
14. Plug In Baby
15. Stockholm Syndrome

Un unico appunto: la durata! Il concerto si esaurisce in un ora e mezza!
Cari Muse almeno due ore potevate farle…n’altri 4-5 pezzi li potevate mettere in scaletta! Mica per niente ma ho visto concerti di artisti, il cui biglietto vale metà (se non un 1/3) del vostro, che suonano per due ore e anche di più. La prossima volta un bello sforzo e una scaletta di una ventina canzoni…non vi fate pregare.

Finito il concerto la parte più pesante…il ritorno a casa! Altre 3/4 ore di autostrada….sono comunque bello sveglio e il ritorno scorre via tranquillo.

E’ tutto…un bella giornata, di quelle che rifarei volentieri.